martedì 14 febbraio 2012

Leo Buscaglia. Namaste. Io onoro in te il luogo dove risiede l'intero universo. Se tu sei in quel luogo in te, e io sono in quel luogo in me, siamo una sola cosa

A ridere c'è il rischio di apparire sciocchi, a piangere c'è il rischio di essere chiamati sentimentali. Ad esporre le vostre idee e i vostri sogni c'è il rischio d'essere chiamati ingenui. Ad amare c'è il rischio di non essere corrisposti. Ma bisogna correre i rischi, perché il rischio più grande nella vita è quello di non rischiare nulla.
Leo Buscaglia, Amore


Giungete le mani e dite "Namaste". 
Significa: "Io onoro in te il luogo dove risiede l'intero universo. 
Se tu sei in quel luogo in te, e io sono in quel luogo in me, siamo una sola cosa"
Namaste
Leo Buscaglia


Freud disse molte cose giuste, e una delle cose che disse è che tanti nostri problemi, tante nostre incapacità di vivere nascono dalla convinzione che non moriremo mai. Crediamo di avere l'eternità a disposizione
Leo Buscaglia


Ogni volta che impariamo qualcosa di nuovo, noi stessi diventiamo qualcosa di nuovo
Leo Buscaglia


Chi non rischia nulla non fa nulla, non ha nulla e non è nulla. Può evitare le sofferenze e l'angoscia, ma non può imparare, sentire, cambiare, crescere, progredire, vivere o amare. È uno schiavo, incatenato dalle sue certezze o dalle sue assuefazioni.
Leo Buscaglia, Vivere, amare, capirsi, 1982


La persona che non rischia nulla, non è nulla e non diviene nulla. Può evitare la sofferenza e l'angoscia, ma non può imparare a sentire e cambiare e progredire e amare e vivere. Incatenata alle sue certezze, è schiava. Ha rinunciato alla libertà.
Leo Buscaglia


"A ridere c’è il rischio di apparire sciocchi;
A piangere c’è il rischio di essere chiamati sentimentali;
A stabilire un contatto con un altro c’è il rischio di farsi coinvolgere;
A mostrare i propri sentimenti c’è il rischio di mostrare il vostro vero io;
A esporre le vostre idee e i vostri sogni c’è il rischio d’essere chiamati ingenui;
Ad amare c’è il rischio di non essere corrisposti [..]"
Leo Buscaglia




o sempllicemente è una persona che ha deciso di ritirarsi dal mondo perchè il tintinnio delle monete nel sacchetto non produce più alcun interesse. Mi vengono in mente, visto che si cita un termine indiano, proprio i samanai indiani che, seduti nella posizione del loto, guardano passare il tempo e con esso le mediocri vicissitudini umane, senza partecipare a questo assurdo balletto da teatro di serie B.






..se vogliamo cambiare gioco..dobbiamo buttare tutto all'aria e ri-mischiare le carte...cambiare giocatori e tavolo..sapendo che esistono i "segni" ..dobbiamo però fare finta di non conoscerli....vedo..passo..rilancio..vuoi dire che non ci scappi prima o poi un bel POKER??



L'importante è che quel "Qualcosa" sia qualcosa di buono ...che ci renda migliori.



 Sembra l'albero della vita con Tanti colori e per arrivare in cima devi sorpassare delle piccole porte facili o difficili da aprire ...









Elenco blog personale