lunedì 27 febbraio 2012

Chuck Palahniuk. Ho anestetizzato i miei sentimenti talmente a lungo che ora ho il desiderio di provare qualcosa,e non ci riesco. E sai perché? Perchè dovunque vada, qualsiasi cosa m'inventi, gira e rigira è sempre con te che mi trovo a fare i conti...

Ho anestetizzato i miei sentimenti talmente a lungo che ora ho davvero il desiderio di provare qualcosa e non ci riesco. E sai perchè? Perché dovunque vada, qualsiasi cosa mi inventi, gira e rigira è sempre con te che mi trovo a fare i conti. 
Chuck Palahniuk




È buffo il modo in cui la mente cerca di dare un senso al caos
Chuck Palahniuk

Gli esperti che studiano l'antica Grecia dicono che a quell'epoca la gente non si considerava padrona dei propri pensieriQuando gli antichi greci formulavano un pensiero, era perché una divinità aveva deciso di dargli un ordine
Apollo gli diceva di essere coraggiosi, Atena di innamorarsi
Oggi la gente vede la pubblicità delle patatine al formaggio e si fionda fuori a comprarle; però lo chiama libero arbitrio. Almeno gli antichi greci erano più onesti.
Chuck Palahniuk


Avete mai pensato che forse Adamo ed Eva non erano altro che gli animaletti domestici di Dio, cacciati di casa perché non avevano imparato a farla nella sabbietta? 
Forse gli esseri umani sono solo cuccioli di coccodrillo che Dio ha buttato nel cesso.
Chuck Palahniuk, Ninna nanna, 2002


Esiste il contrario di déja vu. Lo chiamano jamais vu
È quando incontri le stesse persone o visiti gli stessi posti in continuazione, ma ogni volta è come fosse la prima. Tutti sono sconosciuti, sempre. Niente risulta mai familiare.
Chuck Palahniuk


Niente di me è originale. Sono il risultato dello sforzo di tutti quelli che ho conosciuto.
È perché siamo intrappolati nella nostra cultura, nel fatto che siamo esseri umani su questo pianeta con i cervelli che abbiamo, e due braccia e due gambe come tutti. Siamo così intrappolati che qualsiasi via d'uscita riusciamo a immaginare è solo un'altra parte della trappola. Qualsiasi cosa vogliamo, siamo ammaestrati a volerla. [...]
Charles Michael "Chuck" Palahniuk, “Invisibile Monsters”


Siete così presi a raccontarvi le vostre storie. Non fate che trasformare il passato in una storia che vi dia ragione. […] La gente si innamora del proprio dolore al punto che non riesce più ad abbandonarlo. Lo stesso vale per le storie che racconta. Siamo noi stessi a tenerci in trappola."
Chuck Palahniuk, "Cavie"


«Ci sono storie che quando le racconti si consumano. Altre storie invece, consumano te».
Chuck Palahniuk, “Cavie”


Dimenticare il dolore è difficilissimo, ma ricordare la dolcezza lo è ancora di più. 
La felicità non ci lascia cicatrici da mostrare. Dalla quiete impariamo così poco
Chuck Palahniuk


Chi dimentica il passato è condannato a riviverlo
Chuck Palahniuk 


Sei condannato ad essere te stesso. La calligrafia. Il modo di camminare
Il motivo decorativo delle porcellane che scegli. Sei sempre tu che ti tradisci. Ogni cosa che fai rivela la tua mano. Ogni cosa è un autoritratto.
Ogni cosa è un diario.
Chuck Palahniuk


Se ti preoccupi continuamente del peggio, è quello che finirai per avere. 
Chuck Palahniuk


La ragione per cui ogni volta che buttiamo via qualcosa ci assale la nostalgia è che abbiamo paura di evolvere. Di crescere, cambiare, perdere peso, reinventare noi stessi. Di adattarci
Chuck Palahniuk


Non cercare sempre di aggiustare le cose. Quello da cui scappi non fa che rimanere con te più a lungo. Quando combatti qualcosa, non fai che renderla più forte. Non fare quello che vuoi. Fai quello che non vuoi. Fai quello che sei allenata a non volere. Il contrario della ricerca della felicità. Fai le cose che ti spaventano di più.
Chuck Palahniuk

Scopri quello di cui hai più paura e vacci a vivere
Chuck Palahniuk


Non importa quanto lavori duro, o quanto diventi in gamba. 
Sarai sempre e soltanto ricordato per quell’unica scelta sbagliata.
Chuck Palahniuk


La gente ha bisogno di un mostro in cui credere. Un nemico vero e orribile. 
Un demone in contrasto col quale definire la propria identità. 
Altrimenti siamo soltanto noi contro noi stessi
Chuck Palahniuk

Quello che ami e quello che ti ama non sono mai la stessa persona....
Chuck Palahniuk


Io ho bisogno che qualcuno abbia bisogno di me, ecco cosa. 
Ho bisogno di qualcuno per cui essere indispensabile.
Chuck Palahniuk


"Guardiamo tutti gli stessi programmi televisivi. Alla radio ascoltiamo tutti le stesse cose, parliamo tutti delle stesse cose. Non c'è rimasta più nessuna sorpresa. Tutto uguale sempre di più. Solo ripetizioni. Siamo cresciuti tutti con gli stessi show televisivi. È come se avessimo tutti lo stesso impianto di memoria artificiale. Non ricordiamo quasi nulla della nostra reale infanzia, eppure sappiamo perfettamente tutto quello che succedeva alle famiglie delle sitcom. Abbiamo tutti gli stessi traguardi. Tutti le stesse paure. Il futuro non è radioso. Molto presto, avremo tutti gli stessi pensieri allo stesso momento. Andremo perfettamente all'unisono. Sincronizzati. Connessi. Uguali. Gli stessi. Come formiche. Insetti. Pecore."
Chuck Palahniuk, Survivor (1999), traduzione di Michele Monina e Giovanna Capogrossi, Mondadori, 2003.













Elenco blog personale