venerdì 3 febbraio 2012

Robin Norwood. Donne che amano troppo. Amare troppo qualcuno significa non amare affatto sé stessi e forse non poter amare nessuno, davvero

Amare troppo qualcuno significa non amare affatto sé stessi e forse non poter amare nessuno, davvero

- dal libro ''Donne che amano troppo'', Robin Norwood 

Ecco perché anche diventiamo gelosi..Non solo perché la persona al nostro fianco vale cosi tanto nei nostri occhi...Piuttosto per la paura, che un'altra persona, potrebbe togliercela, perché è migliore di noi.

Molti affetti sono abitudini che non abbiamo il coraggio di interrompere diceva Montale. Ma perché? Perchè paradossalmente, viviamo nella paura che qualcun altro migliore di noi ci porti via la persona amata. In questo caso,vivremo nell'angoscia dell'abbandono,e nella sensazione che abbiamo fallito la nostra missione. Ma un amore così, non è amore. [...] i rapporti evolvono e non sono mai come i classici primi tempi. A volte, anzi sono già disturbati dall'inizio, ma noi avendo ''l'animo da crocerossine'' che è proprio un disturbo riconosciutissimo fra l'altro, lo accettiamo. ''Quando giustifichiamo i suoi malumori, il suo cattivo carattere, le sue mancanze, stiamo amando troppo'' dice la Norwood. Ed è vero. A me sono capitate situazioni simili, e credo alla maggior parte di noi. Il punto è che invece di lasciare andare,cerchiamo di lenire le sofferenze del partner auto illudendoci che così si possano lenire le nostre, perché vedendo la nostra dedizione, il partner per il nostro amore cambierà. Raramente accade.






Elenco blog personale