venerdì 3 febbraio 2012

Osho. Il fiore di loto è un simbolo profondo in Oriente, perchè l'Oriente afferma che dovresti vivere nel mondo, ma senza farti contaminare da esso... Esso cresce dal fango, nell'acqua, tuttavia resta incontaminato dall'acqua. Ed e' simbolo di trasformazione: il fango si trasforma nel fiore piu' bello e fragrante che questo pianeta conosca

Il fiore di loto e' un simbolo profondo in Oriente, perché l'Oriente afferma che dovresti vivere nel mondo, ma senza farti contaminare da esso. Esso cresce dal fango, nell'acqua, tuttavia resta incontaminato dall'acqua. Ed è simbolo di trasformazioneil fango si trasforma nel fiore più bello e fragrante che questo pianeta conosca
Osho


"Va e prendi un frutto di quell'albero... e spaccalo. Cosa ci vedi?" 
"Questi piccolissimi grani." 
"Bene, spaccane uno. Cosa ci vedi?" 
"Nulla, o venerabile." 
"Da questa essenza sottile che tu non percepisci, nasce questo grande albero
Qualunque sia questa essenza sottile, l'intero universo è costituito di essa, essa è la vera realtà, essa sei tu."
Osho Rajneesh. Dal libro - Questa è la vita


ESSERE SE STESSI.
La meta ultima è diventare ciò che si porta dentro di sè come potenziale. E' ciò che si dovrebbe diventare: il seme deve diventare fiore
E' possibile ed è alla nostra portata, è proprio dietro l'angolo. Bisogna semplicemente andare all'avventura: l'avventura di scoprire se stessi.
L'unico problema è che ci hanno insegnato a imitare, ma imitando ci perdiamo l'opportunità, perchè non puoi essere altri che te stesso, puoi fiorire solo come te stesso.
Una rosa deve diventare una rosa, non può diventare un fiore di loto. E il loto deve diventare un loto, non può diventare una rosa. E quando entrambi sbocciano al loro meglio, è lo stesso fiorire... la gioia è la stessa, la benedizione è la stessa. 
Tu non puoi diventare un Gesù o un Buddha e non ce n'è alcun bisogno; tu puoi solo diventare te stesso. Cercando di diventare qualcun altro perderai l'occasione di diventare ciò che sei: questo è il problema.
Quando questo problema sparisce dalla mente, non c'è più alcun ostacolo, il fiume comincia a fluire verso l'oceano, spontaneamente.
Osho Rajneesh


Due semi non possono mettersi in relazione tra loro, sono chiusi in se stessi.
Due fiori possono mettersi in relazione tra loro.
Osho


Non ha senso lottare contro le sfide della vita, oppure cercare di evitarle o di negarle. 
Esistono, e se il seme deve diventare fiore, dobbiamo passarci attraverso. 
Sii coraggioso, in modo da crescere nel fiore che sei destinato ad essere.
Osho


Nell’esistenza nessuno è superiore e nessuno è inferiore. La foglia d’erba e la stella più grande sono assolutamente uguali, ma l’uomo vuole essere superiore agli altri, vuole conquistare la natura, pertanto lotta in continuazione. Tutte le difficoltà sono frutto di questa lotta. La persona innocente è quella che ha rinunciato a lottare: non è più interessata a essere superiore, non le interessa più recitare, e dimostrare di essere speciale. E’ diventata simile ad una rosa, o a una goccia di rugiada su una foglia di loto; è diventata parte dell’Infinito; si è fusa, dissolta, unita con l’oceano ed è solo un onda; non ha alcuna idea dell’Io..
La scomparsa dell’Io è innocenza
Osho



L'angoscia dell'uomo nasce dal fatto che vuole scegliere solo ciò che gli sembra bello e luminoso: vuole solo l'arcobaleno,non le nuvole nere cariche di pioggia; ma non sa che l'arcobaleno non potrebbe esistere senza quelle nuvole oscure, che sono lo sfondo indispensabile affinché l'arcobaleno compaia.
Osho Rajneesh


Tutti vogliono la libertà; almeno a parole, ma nessuno è veramente libero. E nessuno vuole veramente essere libero, perché la libertà comporta responsabilità; non arriva da sola.
Osho Rajneesh


Essere liberi è una grossa responsabilità, perché nella libertà non avete nulla a cui appoggiarvi: 
non avete altro sostegno che il vostro essere interiore, la vostra consapevolezza.
Io vi tolgo ogni sostegno, vi lascio in completa solitudine. 
In quella assoluta solitudine sboccia il fiore.
Osho Rajneesh


Osho Rajneesh. IL SEGRETO.
L'uomo è uno schiavo. Non è nato schiavo, è nato libero, è nato come pura libertà, ma si trova in catene ovunque, vive in catene, muore in catene: questa è la più grande calamità che sia accaduta al genere umano. Nel momento stesso in cui il bambino nasce, la società incomincia a trasformarlo in uno schiavo. La società non si interessa a persone libere, ha paura della libertà: la libertà sembra pericolosa. Uno schiavo da meno preoccupazioni, e la società ha bisogno solo di schiavi, i politici vogliono schiavi, i preti vogliano schiavi.Queste categorie di persone sono le più velenose, questi soggetti sono stati da sempre la causa delle sofferenze umane, e l'uomo rimarrà nella sua prigione, incatenato, finchè non si libera dai politicanti,dai preti... Dovete capire cos'hanno fatto queste persone all'umanità intera, perchè è la vostra storia, la storia di come siamo diventati prigionieri.....il problema non è come trovare DIO, il problema è come uscire da questa prigione che chiamate la vostra mente, che chiamate la vostra cultura, che chiamate la vostra religione.
Bellissimi nomi per cose orribili! Se guardi in profondità, senza pregiudizi, sarai sorpreso:la tua mente non è affatto tua, è un condizionamento che ti è stato imposto dall'esterno: la mente che chiami tua non è tua, appartiene agli sfruttatori: essi ti hanno raggirato con i trucchi, ti hanno imposto questa mente, e attraverso questa mente continuano a controllarti.
Ecco perchè sono sempre stati contro gente come Gesù, Buddha, Maometto.
perchè hanno crocifisso Gesù, buddha, Maometto, Socrate? Erano persone innocenti, non avevano mai fatto nulla di male a nessuno. Quale era la loro colpa? Aver cercato di costruire una porta affinchè la gente potesse uscire dalla prigione, e in questo modo bandire la schiavitù dalla terra, questa era la loro imperdonabile colpa! La storia dice che la schiavitù è stata distrutta, sono tutte c.......te! Non è stata abolita, è stata solo trasformata in forme più raffinate, certo non avete più le catene ai polsi o ai piedi, ma solo perchè le catene sono diventate più sottili, sono entrate nella vostra mente, sono diventate interiori. In apparenza di sembra di godere della libertà, democrazia, uguaglianza, fratellanza, niente altro che parole vuote e impotenti. L'uomo è costantemente in guerra: vive ogni momento in conflitto. Come ci può essere uguaglianza se sin da piccolo ti hanno insegnato ad essere ambizioso?
Ambizione vuol dire che tu devi essere più in alto degli altri.
Ambizione vuol dire che devi provare la tua superiorità, devi provare che tutti sono inferiori a te, che tu devi aver successo. La verità sorge dalla libertà, in effetti la libertà e verità sono facce della stessa medaglia: accadono insieme. Se non sei libero non puoi raggiungere la verità, uscite dalla prigione che vi è stata imposta. Se vuoi conoscere Dio, se vuoi conoscere la vita e la sua benedizione, la sua bellezza, la libertà è il primo requisito. Se desideri conoscere le meraviglie dell'esistenza devi uscire dalla tua prigione. Devi uscire all'aperto, sotto il sole, la luna, il cielo. Devi esporti al vento: hai vissuto così a lungo nella gabbia che forse hai paura di aprire di nuovo le ali.Forse hai dimenticato di avere delle ali.
Osho Rajneesh




La solitudine è la presenza di se stessi: è un fenomeno estremamente positivo. 
È una presenza, una presenza che straripa. Sei così carico di presenza che puoi colmarne l’intero universo, e quindi non hai bisogno di nessuno
Osho. La disciplina della trascendenza



Il reale è sempre imprevedibile ed è sempre caotico.
Qualsiasi ordine è imposto con la forza.
Nel caos esiste un ordine spontaneo che ha una sua bellezza.
Ma, poichè è imprevedibile, non può essere controllato e l'ego ne resta spaventato.
L'ego vuole sempre controllare ogni cosa: ama l'ordine e ha paura del caos.
Il caos è la morte dell'ego, ma il divino è caos, ed è imprevedibile.
Sprigiona la tua realtà! 
Osho



Il pensatore è creativo con i suoi pensieri; questa è una delle verità fondamentali che è bene comprendere. Tutto ciò che sperimenti è una tua creazione. Come prima cosa lo crei, poi lo sperimenti e infine ne resti intrappolato, poiché non sai che la fonte di ogni cosa è dentro di te.
Osho


In uno specchio non sei tu ad essere riflesso, infatti, tu non sei mai la cosa vista, bensì colui che vede. E colui che vede non potrà mai essere ridotto a un oggetto visto.
Entra in te stesso. Lascia cadere tutti gli specchi esteriori: amici, nemici, sguardi indifferentiChiudi gli occhi e vedi ciò che non può essere visto. Incontra colui che vede..
Osho ‎


Sulla spiaggia vediamo solo le onde, mai l'oceano; in realtà esiste solo l'oceano, le onde sono superficiali.
Osho Rajneesh


L'insegnante è uno che ti insegna qualcosa, 
il Maestro è uno che ti aiuta a disimparare tutto quello che hai imparato.
Osho


A tutti noi viene insegnato ad essere colti, non ad essere innocenti o a percepire la meraviglia dell'esistenza; ci vengono insegnati i nomi dei fiori, degli alberi e non come entrare in comunicazione con loro, in sintonia con l'esistenza. L'esistenza è un mistero e non è accessibile a coloro che vogliono sempre analizzare, selezionare, ma solo a coloro che sono disposti ad innamorarsene, a danzare con lei. 
Osho



Quando lascerai perdere il tentativo di migliorarti, la vita ti migliorerà
In quel rilassamento, in quella accettazione di te stesso, la vita inizierà ad accarezzarti e a fluire attraverso di te
Osho


La vita in se stessa è una tela vuota; diventa ciò che tu dipingi su di essa. 
Puoi dipingere infelicità, puoi dipingere estasi.  Questa è la tua gloria. 
Osho Rajneesh




Nel mondo delle abitudini 
Tutto è ripetizione.
Nel mondo della consapevolezza
Non c’è ripetizione.
Osho Rajneesh


‎Scegli sempre il nuovo, il cammino meno frequentato.
Scegli sempre l'ignoto. La vita cresce solo se scegli le sfide.
La vita cresce solo se rischi, se giochi d'azzardo, se affronti le tempeste.
Osho


Solo coloro che scelgono ciò che è nuovo, sono vivi. Vivere significa essere pronti a entrare in ciò che non è programmato, che non è frutto di calcoli. Vivere significa essere sempre pronti ad accogliere la sfida che proviene da una sorgente sconosciuta. E' pericoloso, ma vivere è pericoloso. Il luogo più sicuro e riparato nel mondo è la tomba: là non ti accadrà più niente.
Osho Rajneesh





Buttate via squadre, righelli e compassi e disegnate a mano libera la vostra vita!!!! 
Il risultato sarà molto più emozionante di ciò che eravate abituati a vedere!!! :)







Come dentro..così fuori. Ciò che respingi, persiste! Quando l'accetti come parte di te, si dissolve.
"La mente diventa un problema perché hai permesso che i pensieri arrivassero così in profondità dentro di te da dimenticarti completamente della distanza che c'è tra te e loro. Ti sei dimenticato che sono visitatori, che vanno e vengono. Ricorda sempre ciò che permane: quella è la tua natura, il tuo tao. Presta attenzione a ciò che non va e non viene mai, proprio come il cielo. Cambia la gestalt: non concentrare l'attenzione sui visitatori, rimani radicato nel padrone di casa." 
Osho


http://youtu.be/1u8QEPTzl7c














Elenco blog personale