venerdì 10 febbraio 2012

Osho. Nel caos esiste un ordine spontaneo che ha una sua bellezza. Ma, poiché è imprevedibile, non può essere controllato e l'ego ne resta spaventato. L'ego vuole sempre controllare ogni cosa: ama l'ordine e ha paura del caos. Il caos è la morte dell'ego, ma il divino è caos, ed è imprevedibile. Sprigiona la tua realtà!

Nel caos esiste un ordine spontaneo che ha una sua bellezza.
Ma, poiché è imprevedibile, non può essere controllato e l'ego ne resta spaventato.
L'ego vuole sempre controllare ogni cosa: ama l'ordine e ha paura del caos.
Il caos è la morte dell'ego, ma il divino è caos, ed è imprevedibile.
Sprigiona la tua realtà!
Osho Rajneesh


L'ego può esistere solo se prendi te stesso e ogni altra cosa seriamente. 
Nulla uccide l'ego come l'allegria e il riso. 
Quando cominci a prendere la vita come un divertimento, l'ego muore, non può più esistere. L'ego è una malattia; ha bisogno di un'atmosfera di tristezza per esistere.
Osho Rajneesh



L'ego, per usare la terminologia di Carlos Castaneda, coincide alla "storia personale".
L'ego è il complesso dei nostri pensieri, emozioni, progetti, strategie, conoscenze, esperienze, amori, successi ed insuccessi. L'ego é tutto ciò che conosciamo. Quello che serve é' il salto nell'ignoto.... [...] Nei libri di Castaneda l'ego viene definito come "Tonal", la cui funzione è, esclusivamente, quella di preservare il corpo in questo livello dimensionale.Il problema consiste nel fatto che, ad un certo punto, il "Tonal da guardiano diventa carceriere", e ci troviamo, così, "prigionieri" in.... Flatlandia. In condizioni "naturali" dovremmo essere in grado di "disattivarlo", facendo entrare in azione il "Nagual", ma, per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà, ben spiegate nel libro "Il lato attivo dell'infinito", ciò ci risulta impossibile.



Devi capire che le parole sono solo parole: rumori con un significato convenzionale e null’altro.  E’ così, devi capirlo! Prima di tutto distaccati dalle parole: se ci riesci, potrai vedere che sono solo rumori.
Osho Rajneesh

Il cerchio deve essere completo. La donna deve imparare ad essere anche uomo e l'uomo deve imparare anche ad essere donna. Quando il tuo maschile e il tuo femminile raggiungeranno l'equilibrio, in te accadrà la cristallizzazione, l'individualità e nascerà l'ANIMA.
Osho

La gente ha imparato a essere fredda, a toccare senza toccare, a guardare senza guardare, a sfiorare senza sfiorare. Si vive di cliché:”Ciao,come stai?” ma Nessuno vuole dire niente dicendolo, queste parole servono solo a evitare l’incontro autentico tra due persone. La gente non si guarda negli occhi,non si tiene per mano, … non cerca di sentire l’energia dell’altro. Tira avanti in qualche modo, piena di paura, fredda e smorta, dentro una camicia di forza.. Se ti sei visto a fondo, acquisti la capacità di vedere a fondo anche gli altri..
Osho Rajneesh

Non esiste un'unica via. Al contrario, più vai in profondità, più ti renderai conto che le vie sono tante quanti i ricercatori, poiché ogni ricercatore deve cominciare da dove si trova; non può usare una via già tracciata.Un uccello che vola non lascia tracce dietro di sé; il cielo è sempre vuoto. Un altro uccello, se dovrà volare, creerà la propria strada
Osho Rajneesh


Accetta te stesso così come sei. E questa è la cosa più difficile al mondo, perché va contro la tua formazione, istruzione, cultura.
Fin dall'inizio ti è stato detto come dovresti essere.
Nessuno ha mai detto che va bene così come sei.
Non essere ossessionato da te stesso, ma un naturale amore per sé stessi è fondamentale, è qualcosa di essenziale.
Solo poi, come risultato puoi amare qualcun altro. Accetta te stesso, ama te stesso.
Nessun altro è mai stato come te e nessun altro potrà mai essere come te, tu sei semplicemente unico, incomparabile.  Accettalo, amalo, celebralo e proprio in quella celebrazione inizierai a vedere l'unicità degli altri, l'incomparabile bellezza degli altri.
L'amore è possibile solo quando vi è una profonda accettazione di sé, degli altri, del mondo.
L'accettazione crea l'ambiente in cui l'amore cresce, il terreno sul quale l'amore fiorisce.
Osho Rajneesh

Non accettare mai le opinioni degli altri su di te, buone o cattive, dì loro semplicemente: 
"Spiacente. Per favore tenete per voi la vostra opinione, io sono me stesso"
Se avrai questa semplice attenzione, nessuno sarà mai in grado di manipolarti, resterai libero. 
E la libertà è gioia. La libertà è difficile, ricorda, perché la società è formata da schiavi. 
La libertà è difficile, ma è la sola gioia che esista. La libertà è la sola danza che ci sia: 
è la sola porta verso Dio. Uno schiavo non raggiunge mai Dio, non può farlo. 
Osho Rajneesh

Dietro la tua maschera si nasconde tutto ciò che è represso; 
e sotto c'è la bellezza della tua vera essenza. Raggiungila
Osho Rajneesh


Quando sei felice danza, canta, balla – sii felice! E quando giunge la tristezza, cosa inevitabile… già si sta affacciando, deve giungere poiché è inevitabile, non c’è modo di scacciarla… se cerchi di evitarla, dovrai distruggere la possibilità stessa di essere felice. Il giorno non può esistere senza la notte, l’estate non può esistere senza l’inverno, e la vita non può esistere senza la morte. 
Osho Rajneesh

Un albero è un essere vivente. Le sue radici sono scese in profondità nel terreno e i suoi rami svettano alti nel cielo; l'albero è connesso con il tutto, con i raggi del sole, con le stelle. 
Parla dunque con gli alberi! Può essere un punto di contatto con il divino
Osho Rajneesh


ASTRAZIONI. E’ sempre facile amare le cose astratte: è più facile amare l’umanità piuttosto che gli esseri umani, perché ad amare l’umanità non corri alcun rischioUn singolo essere umano è molto più pericoloso dell’ umanità intera. “Umanità” è una parola, non esiste una realtà corrispondente. L’essere umano è una realtà e, quando ti imbatti in una realtà, ci saranno momenti belli e momenti brutti, dolore, piacere, su e giù, alti e bassi, agonie ed estasi. Amando l’umanità non ci saranno né estasi né agonie. Anzi, amare l’umanità è un modo per evitare gli esseri umanidal momento che non riesci ad amare gli esseri umani inizi ad amare l’umanità, solo per ingannare te stesso. Evita le astrazioni!
Osho Rajneesh


L'astrazione è una visione ideale senza la quale non vi sarebbe la spinta al concretizzarla....imparerai allora che solo amando gli esseri umani potrai amare l'umanità a cui aspiri e che il tuo essere concreto ti sarà ostacolo e nello stesso tempo strumento...



Le cose astratte sono spesso generalizzate alla propria somiglianza ed immagine. 
Il concreto è sempre "complicato"


Rimanere fedele alle verità che il cuore e l'anima ti stanno dicendo potrebbe non convenirti, in questo mondo così formale e cerimonioso. Ma se hai il coraggio di ascoltarli troverai qualcosa di intimamente molto prezioso. Verità e convenienza non sono mai andate molto d'accordo. Abbi fiducia nel tuo coraggio.
Osho Rajneesh


Qualsiasi cosa non ti piaccia... affrontala.
E qualsiasi cosa vorresti evitare... non evitarla mai.
Qualsiasi cosa ti faccia paura.. entra in essa.
Questo è il solo modo per concluderla e farla finita.
Altrimenti continuerà a seguirti come un'ombra.. e non ti abbandonerà mai.
Osho Rajneesh




 l'ignoto va sempre affrontato...la sfida è uno stimolo di vita...




 Vero! Io sto affrontando una piccola grande cosa: la mia casa... 
Ok, sono stata via per lavoro, ma quando sono a casa sono sempre combattuta tra il riordinare e pulire e lasciare tutto com'è. Più o meno so cosa ci sta dietro... Quando stavo male era ancora peggio. Adesso va meglio, ma non ancora come dovrebbe. 



 Roberta a me questo capita quando ho situazioni difficili da affrontare e che evito... se ho disordine in casa ho un eccesso di chiusura verso la vita :((




 Verissimo.Io sono perseguitata dalle cose irrisolte.Ora poi vivo una situazione più grande di me che mi sta annientando. Cosi ho iniziato a provare amore incondizionato e a ripulire casa che era trasandata e disordinata come me. Di riflesso mi fa star meglio.




 E' vero, dobbiamo entrare nelle cose che ci fanno paura cosi saremmo piu fortiiiiiiiiiiiiiiiiii




ADULTI. Gli adulti non sono davvero adulti: sono cresciuti in età, ma non psicologicamente, non spiritualmente. Il mondo è pieno di bambini di ogni età:
un anno, due anni, fino a settanta, ottanta, novanta... tutti bambini!

Ma i bambini sono intelligenti, molto più intelligenti dei cosiddetti adulti. Gli adulti sono soltanto “cosiddetti”.
E' molto raro incontrare una persona che sia cresciuta veramente. La qualità fondamentale di una persona veramente matura è che conserva ancora l'innocenza del bambino, gli occhi pieni di meraviglia del bambino, il cuore curioso del bambino. La purezza e la chiarezza del bambino resteranno intatte in lei: ha sconfitto la società, non ha permesso a nessuno di distruggere la sua intelligenza.
Osho Rajneesh






Non condivido nemmeno una parola di Osho: quella che propone è una visione manichea, che trascura il lato buio dell'infanzia, la cattiveria atavica, la dialettica tra natura e cultura che nell'adulto pienamente formato fa vincere la seconda sulla prima. I bambini sono l'orda barbarica, l'impulso irrefrenabile e quando sento questi discorsi mi domando se Osho e altri abbiano mai meditato sul fatto banalissimo che l'infanzia è una scoperta del Novecento e che lo sguardo che posiamo oggi sui bambini è talmente accorto e commiserevole da avere contribuito a fondare una società adolescenziale.



[...] ...certo i bimbi sono anche crudeli ed irresponsabili. Osho non invita l'adulto a regredire, ma a ripensarsi, a riformularsi...a recuperare la gioia di vivere, la sensazione di meraviglia, di stupore con cui il "bimbo" sente, vede e vive nel mondo. Quindi non invita a tornare bambini, ma "come" bambini", a sostare consapevolmente nel tempo presente, a raccogliere conchiglie colorate sulla spiaggia, a gettar via la seriosità che ci impedisce di essere gioiosi senza ragione...gioiosi di essere vivi, qui, ora...











  I sentieri della filosofia

Elenco blog personale