lunedì 13 gennaio 2014

Athanasius Kircher. E chi mi impenna, e chi mi scalda il core? Chi non mi fa temer fortuna o morte? Chi le catene ruppe e quelle porte, onde rari son sciolti ed escon fore? L'etadi, gli anni, i mesi, i giorni e l'ore figlie ed armi del tempo, e quella corte a cui né ferro, né diamante è forte, assicurato m'han dal suo furore. Quindi l'ali sicure a l'aria porgo; né temo intoppo di cristallo o vetro, ma fendo i cieli e a l'infinito m'ergo. E mentre dal mio globo a gli altri sorgo, e per l'eterio campo oltre penetro: quel ch'altri lungi vede, lascio al tergo. de l'infinito, universi e mondi


L’ANIMA RINATA RIESCE AD ATTRAVERSARE INFINITI MONDI.

E chi mi impenna, e chi mi scalda il core?
Chi non mi fa temer fortuna o morte?
Chi le catene ruppe e quelle porte,
onde rari son sciolti ed escon fore?
L'etadi, gli anni, i mesi, i giorni e l'ore
figlie ed armi del tempo, e quella corte
a cui né ferro, né diamante è forte,
assicurato m'han dal suo furore.
Quindi l'ali sicure a l'aria porgo;
né temo intoppo di cristallo o vetro,
ma fendo i cieli e a l'infinito m'ergo.
E mentre dal mio globo a gli altri sorgo,
e per l'eterio campo oltre penetro:
quel ch'altri lungi vede, lascio al tergo.
de l'infinito, universi e mondi

Immagine: Athanasius Kircher, Mundus subterraneus (Amsterdam 1664)
Kircher fu il più celebre "decifratore" di geroglifici del suo tempo.

Elenco blog personale