lunedì 20 gennaio 2014

Angelo Branduardi. Ai Confini Dell'Asia. Indistinti nella nebbia partono treni, lentamente noi ci addormenteremo e nella notte viaggeremo verso i confini dell'Asia, arriveremo in Asia. Completamente soli ci allontaneremo, attraversando pianure bianche di gelo e nella notte viaggeremo fino ai confini dell'Asia, arriveremo in Asia. Abbandoniamo questa città dove la gente è sola e per le strade non si guarda, in silenzio a malapena si sfiora: andiamo via. Indistinti nella nebbia partono treni, lentamente noi ci allontaneremo e nella notte viaggeremo verso i confini dell'Asia, arriveremo in Asia. Abbandoniamo questa città dove a fatica si respira ed al crepuscolo la gente si affaccia pallida ai balconi: andiamo via.


Angelo Branduardi - Pagina Ufficiale -
Queste è una delle canzoni più interessanti di Angelo, ha un così alto potere visionario che è assolutamente raro nella Musica sotto forma di "canzone". I suoni, le pause , i silenzi... tutto contribuisce a fare lievitare la nostra immaginazione, e trasportarci davvero oltre i confini, un viaggio della mente, e del cuore... verso mondi colorati, verso mondi migliori. 
Un gioiello minimalista che non può mancare nella playlist di un vero Branduardiano 

"...In Ai confini dell'Asia c'è addirittura un equivoco armonico, nel senso che si tratta di un accordo assurdo con delle note vicine in cui cambia solo il basso; questo identifica il cambiamento d'atmosfera quando c'è il Si e poi il Re. E' solo questo, ed era voluto. In studio, quando suonavamo io e Franco Mussida, che conosco da anni, il tentativo era questo: suonare il meno possibile e non suonare cose chiare. "

AB
Angelo Branduardi - Ai Confini Dell'Asia

http://youtu.be/a-6RG43usxw


Angelo Branduardi. Ai Confini Dell'Asia
Indistinti nella nebbia partono treni, 
lentamente noi ci addormenteremo 
e nella notte viaggeremo 
verso i confini dell'Asia, 
arriveremo in Asia. 
Completamente soli ci allontaneremo, 
attraversando pianure bianche di gelo 
e nella notte viaggeremo 
fino ai confini dell'Asia, 
arriveremo in Asia. 
Abbandoniamo questa città 
dove la gente è sola 
e per le strade non si guarda, 
in silenzio a malapena si sfiora
andiamo via. 
Indistinti nella nebbia partono treni, 
lentamente noi ci allontaneremo 
e nella notte viaggeremo 
verso i confini dell'Asia, 
arriveremo in Asia. 
Abbandoniamo questa città 
dove a fatica si respira 
ed al crepuscolo la gente 
si affaccia pallida ai balconi: 
andiamo via.



Molto bella e molto bello anche il video...evoca quasi una pace zen... meditazione e profondità di visitazione interiore...poi proiettata sulla realtà sfuggente...





Elenco blog personale