venerdì 23 marzo 2012

Il sogno della permanenza. Grazie all'invenzione della scrittura, gli esseri umani possono sfuggire alla caducità della loro condizione: le scoperte e le conquiste di ogni generazione si conservano per quelle future, realizzando il "sogno della permanenza"


EmpaticaMente

Il sogno della permanenza.
Grazie all'invenzione della scrittura, gli esseri umani possono sfuggire alla caducità della loro condizione: le scoperte e le conquiste di ogni generazione si conservano per quelle future, realizzando il "sogno della permanenza".

Al mondo esistono oggi centinaia di lingue diverse. Le modalità di scrittura sono però molte meno, non più di una decina, di cui una sola, quella alfabetica greca, diffusa ovunque. Riguardo ai numeri poi, le cifre arabe e la numerazione decimale completa indiana sono state adottate in tutto il mondo, non grazie a particolari imposizioni, ma solo in virtù della loro straordinaria efficacia.
In fondo, la scrittura, e ancor più la notazione numerica, accumuna praticamente tutti gli esseri umani. Senza voler sminuire la bellezza delle differenze, è importante tenere presente che le fondamenta della cultura moderna sono le stesse per ognuno di noi. Bianco, rosso, giallo o nero che sia. Accettata l'impermanenza individuale, è bene trovarsi a far parte di un fiume comune.


Bruno G. Bara da "Il sogno della permanenza, l'evoluzione della scrittura e del numero", Bollati Boringhieri





Elenco blog personale