venerdì 1 giugno 2012

Roberto Potocniak. Esistono solo due tipi di sofferenza. Quella vera, la sofferenza fisica, il dolore per la perdita di qualcuno, la sofferenza morale, ecc. E la sofferenza immaginaria, quella creata, sostenuta e amplificata, dai nostri schemi, paure e condizionamenti.




Esistono solo due tipi di sofferenza.
Quella vera, la sofferenza fisica, il dolore per la perdita di qualcuno, la sofferenza morale, ecc.
E la sofferenza immaginaria, quella creata, sostenuta e amplificata, dai nostri schemi, paure e condizionamenti. Un mondo assolutamente negativo e virtuale che rigenera costantemente la sofferenza, prendendo materiale dalle paure, e dal nostro vissuto, e dalle proiezioni negative di un futuro che dobbiamo ancora vivere, ma che abbiamo già ipotecato.
Roberto Potocniak

Photo: Esistono solo due tipi di sofferenza.
Quella vera, la sofferenza fisica, il dolore per la perdita di qualcuno, la sofferenza morale, ecc.
E la sofferenza immaginaria, quella creata, sostenuta e amplificata, dai nostri schemi, paure e condizionamenti. Un mondo assolutamente negativo e virtuale che rigenera costantemente la sofferenza, prendendo materiale dalle paure, e dal nostro vissuto, e dalle proiezioni negative di un futuro che dobbiamo ancora vivere, ma che abbiamo già ipotecato.

Roberto Potocniak

Elenco blog personale