mercoledì 25 gennaio 2012

René Magritte. Gli amanti. Il dipinto ci mostra due persone che si baciano ed hanno i volti coperti da un panno bianco. l bacio fra i due amanti è un' immagine che parla di morte e dell'impossibilità di comunicare, i due personaggi dietro il panno si scambiano un amore muto che conosce solo il linguaggio del corpo.

‎I sogni non vogliono farvi dormire, al contrario, vi vogliono svegliare
René Magritte


La mente ama l'ignoto. Ama le immagini il cui significato è sconosciuto, poiché il significato della mente stessa è sconosciuto. Io mi sforzo di non dipingere se non immagini che evochino il mistero del mondo. Perché ciò sia possibile, devo essere ben vigile, ossia devo cessare di identificarmi interamente con idee, sentimenti, sensazioni.
René Magritte


Quanto al mistero, all’enigma rappresentato dai miei quadri, dirò che era questa la prova migliore della mia rottura con l’insieme delle assurde abitudini mentali che costituiscono generalmente un sentimento autentico dell’esistenza.
Magritte



Ne le "affinità elettive" Magritte vuole sottolineare la tendenza degli uomini a dover sempre addomesticare qualsiasi forma di vita. L'uomo toglie la libertà quando è lui stesso a cercarla




Scriverà Magritte in una lettera: ''Ho pensato che Hegel...sarebbe stato molto sensibile a questo oggetto che ha le due funzioni opposte: nello stesso tempo non volere acqua (respingerla) e volerne (contenerla). Sarebbe stato affascinato, penso, o divertito (come in vacanza)...''

E' lo stesso Magritte che spiega il titolo dell'opera, dicendo che l’idea di porre sopra un ombrello, che serve per sbarazzarsi dell’acqua che sarebbe raccolta dalla nostra testa e dagli abiti che indossiamo, un bicchiere, la cui funzione è esattamente il contrario, e cioè quella di raccogliere l’acqua, è geniale. E ricorda Hegel in quanto è una rappresentazione del famoso schema hegeliano “tesi-antitesi-sintesi”. 
Una rappresentazione, tuttavia, talmente scherzosa e “leggera”, che non sarebbe mai venuta in mente all’austero Hegel se non durante una vacanza…

"Le vacanze di Hegel" o "Les vacances de Hegel" 
(1958, olio su tela, Courtesy Galerie Isy Brachot, Bruxelles-Parigi) 
di René Magritte (1898-1967)



Gli amanti - René Magritte.
Il dipinto ci mostra due persone che si baciano ed hanno i volti coperti da un panno bianco. 
Il bacio fra i due amanti è un' immagine che parla di morte e dell'impossibilità di comunicare, i due personaggi dietro il panno si scambiano un amore muto che conosce solo il linguaggio del corpo.
1928. 



René François Ghislain Magritte (1898 – 1967) è stato un pittore belga.
Insieme a Paul Delvaux è considerato il maggiore esponente del surrealismo in Belgio e uno dei più originali esponenti europei dell'intero movimento. Dopo iniziali vicinanze al cubismo e al futurismo, il suo stile s'incentrò su una tecnica raffigurativa accuratissima basata sul trompe l'oeil, alla pari di Salvador Dalí e di Delvaux, ma senza il ricorso alla simbologia di tipo paranoide del primo o di tipo erotico-anticheggiante del secondo. In passato si è usato ridurre parte dell'opera magrittiana a una semplice interpretazione psicologica.
Ma René Magritte, detto anche le saboteur tranquille per la sua capacità di insinuare dubbi sul reale attraverso la rappresentazione del reale stesso, non avvicina il reale per interpretarlo, né per ritrarlo, ma per mostrarne il mistero indefinibile. Intenzione del suo lavoro è alludere al tutto come mistero e non definirlo.
Wikipedia (*Stella)















Elenco blog personale