martedì 24 gennaio 2012

Giorgio De Chirico. L'arte deve creare sensazioni sconosciute in passato; spogliare l'arte dal comune e dall'accettato... sopprimere completamente l'uomo quale guida o come mezzo per esprimere dei simboli, delle sensazioni, dei pensieri, liberare la pittura una volta per tutte dall'antropomorfismo; vedere ogni cosa, anche l'uomo, nella sua qualità di cosa

Un'opera d'arte per divenire immortale deve sempre superare i limiti dell'umano senza preoccuparsi né del buon senso né della logica.
Giorgio de Chirico
L'arte deve creare sensazioni sconosciute in passato; spogliare l'arte dal comune e dall'accettato... sopprimere completamente l'uomo quale guida o come mezzo per esprimere dei simboli, delle sensazioni, dei pensieri, liberare la pittura una volta per tutte dall'antropomorfismo; vedere ogni cosa, anche l'uomo, nella sua qualità di cosa.
Giorgio De Chirico



Antonella Cali

Alla vista di questo quadro il pittore surrealista Magritte ha dichiarato di aver visto per la prima volta il pensiero. La data e i colori dominanti del rosso, bianco e verde sono stati considerati come un’allusione patriottica alla vigilia della grande guerra. De Chirico, come sempre, combina in modo enigmatico e labirintico simboli antichi, quali la testa dell’Apollo del Belvedere, e moderni come il treno sullo sfondo e il guanto di gomma, che rievoca un motivo già usato da Klinger, per evocare un’immagine universale e profetica dell’artista......














Elenco blog personale