sabato 28 gennaio 2012

Vittorio Foa dall’Introduzione a “Se questo è un uomo” di Primo Levi. Sorgono allora delle domande: perché dobbiamo ricordare? E che cosa bisogna ricordare? Bisogna ricordare il Male nelle sue estreme efferatezze e conoscerlo bene anche quando si presenta in forme apparentemente innocue: quando si pensa che uno straniero, o un diverso da noi è un Nemico, si pongono le premesse di una catena al cui termine, scrive Levi, c'e' il Lager, il campo di sterminio.


Anima Mundi
Sorgono allora delle domande: perché dobbiamo ricordare? E che cosa bisogna ricordare?
Bisogna ricordare il Male nelle sue estreme efferatezze e conoscerlo bene anche quando si presenta in forme apparentemente innocue: quando si pensa che uno straniero, o un diverso da noi è un Nemico, si pongono le premesse di una catena al cui termine, scrive Levi, c'e' il Lager, il campo di sterminio.
Vittorio Foa dall’Introduzione a “Se questo è un uomo” di Primo Levi

Elenco blog personale