domenica 8 luglio 2012

Luigi Pirandello. A quanti uomini, presi nel gorgo d'una passione, oppure oppressi, schiacciati dalla tristezza, dalla miseria, farebbe bene pensare che c'é sopra il soffitto il cielo, e che nel cielo ci sono le stelle




A quanti uomini, presi nel gorgo d'una passione, oppure oppressi, schiacciati dalla tristezza, dalla miseria, farebbe bene pensare che c'é sopra il soffitto il cielo, e che nel cielo ci sono le stelle. Anche se l'esserci delle stelle non ispirasse a loro un conforto religioso, contemplandole, s'inabissa la nostra inferma piccolezza, sparisce nella vacuità degli spazii, e non può non sembrarci misera e vana ogni ragione di tormento.
Luigi Pirandello


Isetta Ragnini:
il tema che sottende in "Ciaula scopre la luna", meravigliosa novella


Giacomo Crudele:
è fantastica la frase e verissimo,bellissimo,unico, unicamente personale e fortemente interiore (tocca l'animo il vedere le stelle!) l'evento.

Elenco blog personale