lunedì 28 settembre 2015

Lenore Thomson, Il libro dei tipi psicologici. L'Estroversione ci spinge ad adattarci alla realtà esterna, mentre l'Introverso, in genere, è contento se la situazione esterna si adatta al suo mondo interno



Introverso non è associale o malato.
"In genere, gli Introversi si sentono più a loro agio quando l'ambiente è in perfetta sintonia con ciò che sentono di essere; in quei casi potranno sembrare dei perfetti Estroversi. Per esempio quando la situazione esterna è delimitata chiaramente e congeniale alle loro esigenze (una cena tra amici, un'ora di lezione in classe, una predica dal pulpito), saranno espansivi ed aperti, e non la finiranno più di parlare. Questo a rigor di termini corrisponderebbe a un comportamento Estroverso, ma in realtà non lo è. L'Estroversione ci spinge ad adattarci alla realtà esterna, mentre l'Introverso, in genere, è contento se la situazione esterna si adatta al suo mondo interno."
Lenore Thomson, Il libro dei tipi psicologici.



Elenco blog personale