domenica 2 settembre 2012

Prof. Keating. L'attimo fuggente. Non scriviamo e leggiamo poesie perché è carino.Noi leggiamo e scriviamo poesie perché siamo membri della razza umana, e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento. Ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l'amore, sono queste le cose che ti tengono in vita

Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse. E il mondo appare diverso da quassù. Non vi ho convinti? Venite a vedere voi stessi. Coraggio! È proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un'altra prospettiva.
 L'attimo fuggente


Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse. E il mondo appare diverso da quassù.
dal film "L'attimo fuggente"


Non scriviamo e leggiamo poesie perché è carino.Noi leggiamo e scriviamo poesie perché siamo membri della razza umana, e la razza umana è piena di passione. Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento. Ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l'amore, sono queste le cose che ti tengono in vita.  [...]  «Sono salito sulla cattedra per ricordare a me stesso che dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse. E il mondo appare diverso da quassù. Non vi ho convinti? Venite a vedere voi stessi. Coraggio! È proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un'altra prospettiva.»
Prof. Keating. dal Film L'attimo fuggente




Rispondo ed argomento subito la mia critica severa a questo film! La figura del professore é veramente inquietante, in quanto avrebbe dovuto valutare il contesto di vita del giovane e quindi la sua appartenenza familiare per eventualmente condividere ed intervenire in maniera corretta come guida, o meglio come figura paterna sostitutiva,condividendola però con il padre reale, per aiutare il suo allievo a trovare il suo daimon, attraversando quella selva oscura che é l'adolescenza, senza restarne vittima sacrificale. Il professore é una figura di narcisista che non ha saputo valutare le conseguenze della sua ... diciamo passione educativa, che avrebbe richiesto ben altra attenzione e ben altro impegno. In altri termini per affrontare l'impresa che si era prefissato, il professore avrebbe dovuto condividere con i genitori del giovane, quindi lavorare con loro con l'aiuto di un terapeuta, ove possibile, per far si che il suo allievo potesse esprimere ed agire il suo percorso verso l'individuazione, perché di questo si tratta, oppure desistere, se si fosse reso conto dell'impraticabilità di ogni negoziazione familiare in tal senso, come credo si presentasse quel contesto familiare:chiuso rigidamente narcisista ed autoreferente. Paradossalmente due narcisismi opposti a confronto, quello del professore che si autonomina guida e sostituto del genitore e quello del padre del giovane che vede nel medesimo una prosecuzione di se stesso e null'altro! Il risultato é stato l'esporre il giovane protagonista a un doppio legame comunicativo, con esiti letali! Attenti alla fascinazione di figure dionisiache, anche se ricoprono le vesti di quel un bravissimo attore che é Robin Williams!




Ho visto il film [...] ....mi ha messo una tristezza enorme!! Vivere l'attimo fuggente..non è da tutti!!! E' stata l'unica cosa che quell'insegnante non ha specificato in modo chiaro e forte!!! Per poter vivere in questo modo bisogna essere emotivamente molto forti e determinati...le conseguenze non sempre in questa scelta sono facili da sopportare!! [...] è determinante e soddisfacente cogliere l'attimo per una persona che è già tale nel suo cuore....diviene pericoloso quando questo pensiero o desiderio viene realizzato da una fragilità emotiva come quella rappresentata nel film!!! ( Difficile riuscire a capire se quel ragazzo l'attimo l'ha colto in modo pienamente consapevole.....o se nella sua fragilità l'attimo in realtà era solo l'evasione dalla sua tristezza e debolezza)!! Una linea pericolosa!!...Chi ha questo carisma...infondere capacità di autostima, dovrebbe comunque accertarsi dello stato emotivo su cui lavora!!!!!






Marinetti: "LA MIA REALTA'" 
Indubbiamente faccio della pittura e della scultura e questo da sempre, dalla prima volta che ho disegnato o dipinto, per intaccare la realtà, per difendermi, per nutrirmi, per superarmi; superarmi per difendermi meglio, per attaccare meglio, per attrarre, per avanzare il più possibile su tutti i piani in tutte le direzioni, per difendermi contro la fame, contro il freddo, contro la morte, per essere il più libero possibile, il più libero possibile per sforzarmi -con i mezzi che mi sono oggi i più propri- di vedere meglio, di comprendere meglio ciò che mi circonda, di comprendere meglio per essere più libero, il più completo possibile, per consumare, per consumarmi il più possibile in quello che faccio per espormi, per scoprire nuovi mondi, per fare la mia guerra, per il piacere? per la gioia? della guerra, per il piacere di vincere e di perdere.

http://youtu.be/siOVluurLYQ
  





Elenco blog personale