venerdì 7 settembre 2012

Malattia. la malattia è da vedere, oltre che sul piano medico, proprio sul piano esistenziale


Il concetto di malattia in filosofia



Mentre del male in generale e di quello fisico in particolare la filosofia si è sempre occupata, altrettanto non si può dire della malattia. La cosa sta oggi cambiando, grazie soprattutto allo sviluppo della bioetica, che porta la filosofia a misurarsi con questioni terapeutiche (per es. l'accanimento terapeutico) e con la morte (per es. l'eutanasia). 
Ma prima ancora che sul piano dell'etica della vita, la malattia ha trovato nella filosofia ermeneutica una specifica attenzione: da Heidegger a Gadamer a Habermas è stato evidenziato che la malattia è da vedere, oltre che sul piano medico, proprio sul piano esistenziale: pertanto s'impone non un riduttivistico concetto biologico della salute, bensì una idea di malattia come espressione significativa della vicenda esistenziale dell'uomo.
Dunque, in quanto questione filosofica, la malattia suscita interrogativi sul piano antropologico ed etico e costituisce uno degli argomenti più dibattuti della filosofia della medicina.

Fonte: Storia della filosofia, Dizionario di filosofia di Nicola Abbagnano
http://isentieridellaragione.weebly.com/il-concetto-di-malattia-in-filosofia.html


Immagine

Elenco blog personale