mercoledì 4 aprile 2012

Antoni Gaudì. Il grande libro, sempre aperto e che bisogna sforzarsi di leggere, è quello della natura

Focus Storia
 Il 7 giugno 1926 a Barcellona un tram (il primo messo in circolazione nella città) investe Anton Gaudì, per gli spagnoli "l'architetto di Dio". Il suo aspetto era così trasandato che non fu riconosciuto dai soccorritori e fu portato in un ospedale per mendicanti.
Morirà tre giorni più tardi e verrà seppellito nella Sagrada Familia (foto), la basilica a cui Gaudì dal 1914 si stava dedicando in modo esclusivo e sempre più ossessivo (viveva in una stanzetta del cantiere).



Mentre costruivo la Cattedrale, la Cattedrale costruiva me
Antoni Gaudì


Nei popoli, come nei bambini e in ogni uomo,
il dare forma nasce dalla commozione.
Antoni Gaudì


Sono disposto a sacrificare la stessa costruzione, a rompere archi, tagliare colonne, al fine di dare un'idea di come sia cruenta la sofferenza [...] Ho progettato la facciata della Passione attuale nel dolore, quando ero malato.... Se avessi iniziato con la costruzione di questa facciata la gente si sarebbe ritirata....in contrasto con quella della Natività...quella della Morte è dura, spoglia, come fatta d'osso 
Antoni Gaudì - commentando la facciata della Passione  
da: "Un Luogo di Bellezza: la Sagrada Familia" di M.Carlotti

L'esterno del Tempio è segnato da 18 altissime torri. La maggiore, che sovrasterà l'altare principale, è dedicata a Cristo: quando sarà compita sarà alta 170 metri, uno in meno del Montjuic, il colle che domina Barcellona, perchè Gaudì non voleva superare l'opera di Dio.
tratto da "Un luogo di bellezza: la Sagrada Familia - Mariella Carlotti

Nasce così una cattedrale che sarà compiuta in un tempo eccedente la vita di un uomo, come nel Medioevo. Solo un uomo che sa di avere un destino eterno può concepire un'opera che non vedrà e il cui completamento sarà affidato ad altre mani e ad altri cuori
tratto da: "Un Luogo di Bellezza: La Sagrada Familia" - M. Carlotti


Il mio cliente non ha alcuna fretta.
Dio ha tutto il tempo del mondo
Antoni Gaudì





L'uomo si muove in un mondo a due dimensioni e gli angeli in un mondo tridimensionale. A volte, dopo molti sacrifci, dopo un dolore prolungato e lacerante, l'architetto arriva a vedere per alcuni istanti la tridimesionalità degli angeli. L'architettura che nasce da questa ispirazione produce frutti che saziano generazioni
Antoni Gaudì


La linea retta è la linea degli uomini, quella curva è la linea di Dio. 
Antoni Gaudì
La ligne droite est la ligne des hommes, la courbe est la ligne de Dieu.
Antoni Gaudì
The straight line is the line of men, the curved live is God's line.
Antoni Gaudì




La vita è una lotta. Ci occorre forza per lottare, e la forza è una virtù che possiamo mantenere e accrescere solo coltivando lo spirito.
Antoni Gaudì


Il grande libro, sempre aperto e che bisogna sforzarsi di leggere, è quello della natura.....ci sono due rivelazioni: una, quella dei principi della morale e della religione; l'altra, che guida mediante i fatti, è quella del grande libro della natura
Antoni Gaudì - Un Luogo di Bellezza: La Sagrada Familia di M. Carlotti


La via della terra al mondo degli dèi e dei morti si sviluppa in forma di spirale. Questo simbolo della crescita e della rivoluzione del sole è spesso raffigurato con una scala a chiocciola composta da una serie di angoli incassati in successione elicoidale nel tronco di un albero. Musicalmente, tale ‘ellisse ad otto spire’ (Dogon, Duala) corrisponde ad un canto che si ripete a gruppi di otto unità di tempo, sia aumentando la propria intensità, sia con un ‘accelerando’, sia con una diminuzione progressiva della sonorità o della durata dei suoni usati.
Dato che tutti i riti rappresentano atti che imitano la potenza del verbo creatore, il canto del vortice, con la penna che volteggia sulle acque primordiali, ’il fango tiepido, apportatore del verbo, che si muove lungo una linea elicoidale’ o il filo a spirale che, a detta dei Dogon, imprime al sole il suo movimento. Secondo Griaule, cui dobbiamo preziose informazioni sulla filosofia dei Dogon, tutto il sistema del mondo è sceso lungo il filo della Vergine.
I miti americani e asiatici dicono che all’inizio il ‘transformer’ corse senza posa ’in cerchio attorno alla terra per farla crescere in altezza ed in larghezza’
Marius Schneider, La Musica Primitiva




Per la prospettiva sembra invece di cilindrica una spirale di Archimede con il raggio crescente secondo la serie di Fibonacci. La chiamano la serie della vita perché regola l'accrescimento cellulare, nel trading i livelli di prezzo e ci sta' pure la forma del padiglione auricolare, per concentrare il suono, costituito da treni di onde di pressione, in volumi sempre più piccoli per aumentare l' intensità sul timpano.



https://www.facebook.com/varesenews/videos/10154105313701832/




"Foresta artificiale"
"Non è una questione di comodità, ma quando qualcuno visita la Sagrada Familia dovrebbe osservarla sempre sdraiato a terra".
La Sagrada Família, nome completo in lingua catalana "Temple Expiatori de la Sagrada Família" di Barcellona, Catalogna (Spagna) è una grande basilica cattolica, ed è uno dei capolavori dell'architetto Antoni Gaudí, massimo esponente del modernismo catalano.
La vastità della scala del progetto e il suo stile caratteristico ne hanno fatto uno dei principali simboli della città e una delle tappe obbligate del turismo di massa. I colori che variano all'interno della basilica, mutano in base allo spostamento solare e non c'è momento uguale all'altra. Quando ci si immerge in questo spettacolare ambiente sembra di essere proiettati all'interno di un enorme caleidoscopio.
http://travelnotesbloglive.blogspot.it/2014/03/foresta-artificiale-non-e-una-questione.html
Particolari fotografici della "Foresta artificiale" all'interno della Sagrada Familia.

http://travelnotesbloglive.blogspot.it/2014/03/foresta-artificiale-non-e-una-questione.html





Elenco blog personale