martedì 3 aprile 2012

Sartre. non è tutto avere occhi, bisogna imparare a servirsene. Sai quello che faceva Flaubert quando Maupassant era piccolo? Lo metteva davanti a un albero e gli dava due ore per descriverlo

Nella sua autobiografia Sartre racconta anche che una volta suo nonno gli disse: 
“Ah, […] non è tutto avere occhi, bisogna imparare a servirsene
Sai quello che faceva Flaubert quando Maupassant era piccolo? 
Lo metteva davanti a un albero e gli dava due ore per descriverlo”. 

Peraltro tutto ciò è vero; pare che Flaubert 
volesse aiutare Maupassant a considerare le cose “a lungo e con attenzione“, dicendo:

In tutto ciò c'è qualcosa di insondato, perché siamo caduti nell'abitudine di ricordare, ogni volta che usiamo i nostri occhi, quello che gli altri prima di noi hanno pensato su ciò che stiamo osservando. Anche l'oggetto più insignificante ha un che di sconosciuto. Tocca a noi scoprirlo. 
Per descrivere un fuoco ardente o un albero in una pianura, dobbiamo rimanere dinanzi a u quel fuoco o a quell'albero finché per noi essi non assomigliano a nessun altro fuoco o albero.
Sarah Bakewell



Elenco blog personale