venerdì 25 luglio 2014

Matilde Serao. Il bosco. Le piante crescono invadendo il regno dell'aria coi robusti polloni e penetrando la terra con le grosse radici: i rami si dividono, si moltiplicano, s'intrecciano allegramente. Le fronde salgono, scendono, fanno capolino dappertutto: sono brune in cima, pallide al basso, e offrono tutte le più delicate tinte del verde, da quello opalino, trasparente, pallido, sino al vigoroso e forte che quasi sembra nero. Il sole manda negli interstizi certi raggi sottili che paiono capelli biondi luminosi, getta in terra tanti cerchietti lucidi che sono la sua piccola e ridente immagine; la luce è buona, la luce è soave nel bosco.


Il bosco.
Le piante crescono invadendo il regno
dell'aria coi robusti polloni e penetrando
la terra con le grosse radici: i rami si dividono,
si moltiplicano, s'intrecciano allegramente.
Le fronde salgono, scendono, fanno capolino
dappertutto: sono brune in cima, pallide al basso,
e offrono tutte le più delicate tinte del verde,
da quello opalino, trasparente, pallido, sino
al vigoroso e forte che quasi sembra nero.
Il sole manda negli interstizi certi raggi
sottili che paiono capelli biondi luminosi,
getta in terra tanti cerchietti lucidi che sono
la sua piccola e ridente immagine; la luce
è buona, la luce è soave nel bosco.
Matilde Serao



Elenco blog personale