domenica 5 agosto 2012

Emir Kusturica. Gatto nero gatto bianco. È un affresco grottesco sull'edonismo e l'allegria della popolazione gitana.




Gatto nero, gatto bianco è un film del 1998, diretto dal regista serbo-bosniaco Emir Kusturica. È un affresco grottesco sull'edonismo e l'allegria della popolazione gitana.

Finanziato da un pool di reti televisive europee, è girato in Lingua romaní ed ha una ambientazione simbiotica tra il fiume Danubio e gli animali ed i boschi che circondano le case dei gitani lungo il fiume.


Trama 

La trama è grottesca e fitta di personaggi gitani caratteristici ed episodi espressivi di dinamismo e gaiezza. Un filo delle vicende è il desiderio di quattro giovani di fuggire il promesso matrimonio rincorrendo l'anima gemella attraverso un carosello di avventure buffonesche. Grga Pitic, un magnate delle discariche, e Zarije, orgoglioso proprietario di una cava, sono grandi amici pur non vedendosi da oltre venticinque anni. Il figlio di Zarije, Matko è un buono a nulla; incapace di chiedere aiuto a suo padre si rivolge a Grga per farsi prestare del denaro e concludere un affare. Successivamente coinvolge anche Dadan Karambolo il boss dei gangster gitani, che immancabilmente lo raggira. Il piano fallisce e Matko deve pagare un pegno a Dadan: suo figlio Zare, deve sposare la sorella di Dadan, Afrodita, quando invece è innamorato di Ida...


Personaggi 


Afrodita (Salija Ibraimova), sorella di Dadan, promessa sposa di Zare, ma innamorata del nipote di Grga Pitic
Dadan Karambolo (Srdjan Todorovic), re dei gangster gitani.
Grga Mali (Adnan Bekir) , nipote di Pitic, uomo altissimo che si innamora di Afrodita
Grga Pitic (Sabri Sulejmani)
Grga Veliki (Jasar Destani)
Ida, la cameriera (Branka Katic), di cui si innamora Zare
Matko Destanov (Bajram Severdzan), figlio di Zarjie ed amico di Dadan
Obelisco Nero (Zdena Hurtocakova)
Pitic, padrino gitano magnate delle discoteche,
sacerdote (Predag Lakovic)
sacerdote (Miki Manojlovic)
Sujka, la nonna (Ljubica Adzovic)
Zare Destanov (Florijan Ajdini), figlio di Matko, promesso sposo di Afrodita, ma innamorato della cameriera Ida
Zarije Destanov (Zabit Memedov), padrino gitano proprietario di un cementificio
Curiosità [modifica]



Un maiale lentamente divora quasi interamente la carcassa di un'automobile.
In più scene del film un personaggio guarda il finale di Casablanca.


Elenco blog personale