sabato 23 gennaio 2016

Cultura tradizionale cinese. Il Re Scimmia è conosciuto per la sua abilità nel combattimento, ciò lo ha reso il guardiano più importante del monaco Tang (nel loro viaggio per recuperare le scritture buddiste). Ma come ha fatto il sovrano delle scimmie a ottenere i suoi poteri?





Il Re Scimmia è conosciuto per la sua abilità nel combattimento, ciò lo ha reso il guardiano più importante del monaco Tang (nel loro viaggio per recuperare le scritture buddiste). Ma come ha fatto il sovrano delle scimmie a ottenere i suoi poteri?

La scimmia nasce da una roccia magica sulla vetta del monte Fiore-Frutto, in una terra conosciuta come il Corpo Superiore. Un nome perfetto, visto come è schizzata fuori dalla sua pietra natale e ha subito affermato il suo dominio sul resto della specie.

Desiderosa dell'immortalità, la scimmia ha cercato di diventare discepolo di un maestro taoista, che lo ha chiamato Sun Wukong, che significa "Risvegliato alla vuotezza". Attraverso una coltivazione intensa, ha appreso i poteri magici, tra cui le 72 Trasformazioni.

Apparentemente senza precedenti in quanto a forza, la scimmia maliziosa ha fatto irruzione perfino nel Palazzo del Dragone nelle profondità del mare e ha ristretto uno dei pilastri per usarlo come arma che da li in poi diventerà la sua arma peculiare – la dorata bacchetta magica. Con essa, Scimmia portò il caos nei cieli e perfino l'esercito di 100.000 guerrieri celesti non riuscì a fermarlo.

Lo scapestrato è stato finalmente domato da Buddha che lo ha imprigionato in una montagna per 500 anni.

Sapete chi, alla fine, lo ha liberato?

Elenco blog personale