sabato 28 marzo 2015

Shardana. I Popoli del mare.


i "Popoli del Mare"
<<Le nazioni straniere (Popoli del Mare) hanno messo a punto una cospirazione presso le loro isole. Improvvisamente essi hanno abbandonato le loro terre e si sono gettate nella mischia. Nessuno poteva resistere alle loro armi: da Hatti, a Qode, a Cherchemish, ad Arzawa e Alashiya, tutte furono distrutte allo stesso tempo. Un campo militare fu da loro insediato in Amurru; qui essi fecero strage della gente del posto e la terra fu lasciata in uno stato di desolazione come se non fosse mai stata abitata. Quindi essi si diressero verso l’Egitto dove era stato innescato il focolaio della rivolta. La loro confederazione era composta dai Weshesh, Tursha, Shardana, Sakaleshu, Peleset, Tjeker, Daunyu e Akuasha. Essi misero le proprie mani sulla terra che si stendeva, mentre i loro cuori confidavano che il piano sarebbe andato in porto>>


Ramses III, il secondo re della Ventesima Dinastia, che regnò per più della metà del XII secolo a.C. , si trovò a contrastare un'altra ondata di invasioni da parte dei Popoli del Mare (la più documentata) nel suo ottavo anno di regno. Il faraone narra questa vicenda in lunghe iscrizioni nel tempio di Medinet Habu.




Elenco blog personale