lunedì 9 marzo 2015

David Bowie. Di certo molta della mia ambizione ed energia viene dalla volontà di sfuggire a me stesso, e da questa sensazione di inadeguatezza e di vulnerabilità, dal fatto di non sentirsi amato. Un senso di rifiuto, pura autocommiserazione. Ho rifuggito questi pensieri buttandomi anima e corpo nel mio lavoro. Interpretando personaggi diversi. Sono stato la prima rock star a trasformarsi per sfuggire a se stessa.

Da adolescente ero molto tradizionalista nelle mie letture: molto pomposamente leggevo Nietzsche, e meno pomposamente Jack Kerouac. E Burroughs. Questi outsider erano le persone alle quali io volevo veramente somigliare. Burroughs, specialmente. Mi dava un’enorme soddisfazione il modo in cui metteva a soqquadro la vita, che però non sembrava più a soqquadro quando lo si leggeva. Pensavo: «Dio, è quello che sento, questo senso di urgenza e di pericolo in ogni cosa che faccio, questa apparenza di razionalità e di assolutismo nel modo in cui vivo…
David Bowie, Sono l’uomo delle stelle


Di certo molta della mia ambizione ed energia viene dalla volontà di sfuggire a me stesso, e da questa sensazione di inadeguatezza e di vulnerabilità, dal fatto di non sentirsi amato. Un senso di rifiuto, pura autocommiserazione. Ho rifuggito questi pensieri buttandomi anima e corpo nel mio lavoro. Interpretando personaggi diversi. Sono stato la prima rock star a trasformarsi per sfuggire a se stessa.
David Bowie
Steve Schapiro: David Bowie with Buster Keaton Book, Los Angeles, 1975



Elenco blog personale