sabato 18 luglio 2015

Turismo balneare. Nell'immaginare i bagni di mare dell'epoca, non dobbiamo farlo pensando agli attuali stabilimenti balneari. Non era particolarmente ben vista l'esposizione ai raggi solari. Solitamente l'acqua di mare veniva convogliata in vasche chiuse in camerini in legno riservati o, come nel caso di Sestri Levante, in spiagge sabbiose, si provvide ad un uso diffusissimo nel Nord Europa: quello delle "bathing machine", delle cabine trainabili in mare che coniugavano riservatezza e sicurezza ai bagnanti.




Il turismo balneare si sviluppa nell'800 in modo differenziato in Liguria. Trainante è la localita' di Sanremo, ma anche Nervi fa la sua parte. Nel cuore del XIX secolo, diventa una specie di colonia inglese di turismo anche invernale. Qui il Marchese Gaetano Gropallo crea nei suoi giardini un fabbricato di quattro piani che viene denominato Pensione Inglese, in grado di dare ospitalita' a cinquanta viaggiatori. Nello stabile è anche presente un medico britannico, per l'assistenza sanitaria. Nell'inverno del 1874, la localita' viene visitata nientemeno che dall'imperatrice di Russia. Il passaparola fa divenire Nervi una quotatissima stazione climatica nota nell'Europa intera. Cio' che diede sprone decisivo al turismo balneare, fu l'approntamento di linee ferroviarie che da Torino raggiungevano Genova e poi Sestri Ponente e Cornigliano, localita' non apprezzate quanto Pegli, ma frequentate comunque da un ceto meno abbiente. Nell'immaginare i bagni di mare dell'epoca, non dobbiamo farlo pensando agli attuali stabilimenti balneari. Non era particolarmente ben vista l'esposizione ai raggi solari. Solitamente l'acqua di mare veniva convogliata in vasche chiuse in camerini in legno riservati o, come nel caso di Sestri Levante, in spiagge sabbiose, si provvide ad un uso diffusissimo nel Nord Europa: quello delle "bathing machine", delle cabine trainabili in mare che coniugavano riservatezza e sicurezza ai bagnanti.

Elenco blog personale