giovedì 9 luglio 2015

I dieci testi più incredibili del nostro antico passato. Ci sono letteralmente migliaia di testi incredibili che sono sopravvissuti del mondo antico, che sono incisi su rame, finemente incisi su papiro, tagliati su tavolette, e anche scritti usando l’inchiostro di terreno ,oro e pietre preziose. Mentre è impossibile scegliere il migliore del gruppo, abbiamo scelto i dieci testi più incredibili, che sono serviti per aprire una finestra sulla vita quotidiana dei nostri antenati e migliorate le conoscenze in nostro possesso del nostro antico passato.



I dieci testi più incredibili del nostro antico passato

Ci sono letteralmente migliaia di testi incredibili che sono sopravvissuti del mondo antico, che sono incisi su rame, finemente incisi su papiro, tagliati su tavolette, e anche scritti usando l’inchiostro di terreno ,oro e pietre preziose. Mentre è impossibile scegliere il migliore del gruppo, abbiamo scelto i dieci testi più incredibili, che sono serviti per aprire una finestra sulla vita quotidiana dei nostri antenati e migliorate le conoscenze in nostro possesso del nostro antico passato.

1. I manoscritti di Dunhuang

I Dunhuang Manoscritti
I Manoscritti di Dunhuang sono una cache di circa 20.000 pergamene importanti presenti nelle Grotte di Mogao di Dunhuang. I manoscritti di Dunhuang risalgono tra il 5 ° e il 11 ° secolo dC, e sono state sigillati in una camera in una caverna, nascosta per circa 900 anni. Anche se i manoscritti di Dunhuang contengono testi per lo più buddisti, c’erano altre forme di testi sacri . Questi testi includono Taoismo, religione cristiana e nestoriana, e testi manichei. Inoltre, ci sono stati anche dei testi laici che si occupavano di varie aree del sapere, come la matematica, la storia, l’astronomia e la letteratura. Uno degli aspetti significativi dei manoscritti di Dunhuang può essere visto nella grande quantità di letteratura popolare in esso. Poiché questo tipo di letteratura è sulla vita della gente comune, offre una prospettiva unica sulle loro esperienze, il loro modo di associarsi con la società in generale e il governo, così come i loro rapporti con la famiglia e gli amici.

2. Il manoscritto di Kangyur con 9 pietre preziose

Il Kangyur scritto con 9 pietre preziose
I tibetani praticavano una forma di Sciamanesimo chiamata Bon. Dal 6 al 8 ° secolo dC, il buddismo lentamente penetrata la regione montagnosa del Tibet. Gli insegnamenti del Buddha sono stati tradotti in tibetano, ma la sua ultima compilazione è stata raggiunta solo nel 14 ° secolo. Questo ha portato alla creazione del Canone tibetano, che consisteva nel Kangyur, le “parole tradotte del Buddha “. le copie sono state fatte dell’originale Kangyur, questo testo è stato diffuso in tutto il Tibet. Una di queste copie è il manoscritto di  Kangyur scritto con 9 pietre preziose, ed è l’unica copia al mondo. L’inchiostro utilizzato nella scrittura di questo Kangyur è letteralmente fatta da pietre preziose. 9 tipi di “pietre preziose”, cioè l’oro, l’argento, corallo, perle, madreperla, turchese, lapislazzuli, rame e acciaio, sono state fatte prima in polvere e messi nelle tazze designate per ogni ‘pietra’. L’acqua dolce di una sorgente di montagna o l’acqua piovana sarebbero state miscelate con adesivi speciali dolci, latte di capra, e aggiunti alle tazze per produrre l’inchiostro. Quindi, utilizzando un pennello di pelliccia di zibellino, l’inchiostro potrebbe essere stato utilizzato per scrivere su carta nera elaborata. Oltre al testo, le vernici sono state aggiunte al Kangyur. Queste immagini sono state dipinte secondo la tradizione artistica di Zanabazar, e si dice che ” che danno immediatamente  la pace della mente e l’ammirazione di chiunque lo guarda.”

3. La  leggendaria Tavola di Smeraldo

La Tavola di Smeraldo Legendary
La Tavola di Smeraldo si dice che sia una tavoletta di pietra verde smeraldo o verde con incisi i segreti dell’universo.  La leggenda più comune sostiene che la tavola è stata trovata in una tomba scavato sotto la statua di Hermes in Tiana, il cadavere di Ermete Trismegisto la stringeva tra le mani. Un’altra leggenda racconta che fu il terzo figlio di Adamo ed Eva, Seth, che l’ha originariamente scritta. Altri ritenevano la Tavola di Smeraldo una volta si trovava all’interno della Arca dell’Alleanza. Alcuni addirittura sostengono che la fonte originale della Tavola di Smeraldo non è altro che la mitica città di Atlantide. La Tavola di Smeraldo sarebbe diventata uno dei pilastri della alchimia occidentale. Era un testo molto influente in alchimia medievale e rinascimentale, e probabilmente lo è ancora oggi. Oltre alle traduzioni della Tavola di Smeraldo, numerosi commenti sono stati scritti anche per quanto riguarda il suo contenuto. Eppure, nonostante le varie interpretazioni disponibili, sembra che nessuno dei loro autori afferma di possedere la conoscenza della verità. Inoltre, i lettori sono invitati a leggere il testo e cercare di interpretare e trovare le verità nascoste.

4. Il Dream Book egiziano

L'Egyptian Dream Libro
Il ‘Dream Book’ è conservato sotto forma di un papiro con una scrittura ieratica. Questo papiro è stato trovato nel villaggio degli antichi dei di lavoratori egiziani di Deir el-Medina, vicino alla Valle dei Re. Questo papiro è stato datato ai primi del regno di Ramesse II (1279-1213 aC). Ogni pagina del papiro inizia con una colonna verticale di segni ieratici che si traduce come ‘Se un uomo si vede in un sogno’. In ogni linea orizzontale che segue, un sogno è descritto, e la diagnosi ‘buona’ o ‘cattiva’, nonché l’interpretazione viene fornita. Così, ad esempio: ‘Se un uomo si vede in un sogno che osserva da una finestra, bene; significa l’audizione del suo grido ‘. I bei sogni sono elencati per primi, seguiti da quelli cattivi (scritto in rosso, in quanto è il colore di cattivi presagi).

5. The Copper Scroll

The Copper Scroll
Il Copper Scroll fa parte della straordinaria della cache di documenti  scoperti nel grotte di Qumran, popolarmente conosciuta come la grotta dei Rotoli del Mar Morto. The Copper Scroll, però, è molto diverso dagli altri documenti della biblioteca di Qumran. In effetti, è così anomalo tra i Rotoli del Mar Morto – il suo autore, la scrittura, lo stile, il linguaggio, il genere, il contenuto, è tutto diverso dalle altre pergamene – che gli studiosi credono che deve essere stato inserito nella grotta in un momento diverso dal resto degli antichi documenti. Come indicato dal Professor Richard Freund, il rotolo di rame è “probabilmente il più unico, il più importante, e meno compreso.” A differenza delle altre pergamene, che erano opere letterarie, il rotolo di rame conteneva un elenco. Non era una normale lista, piuttosto  contiene le indicazioni per 64 luoghi in cui sono stati trovati quantità impressionante di tesori. Le posizioni si riferiscono a tesori d’oro e d’argento, che sono state stimate in tonnellate. Tra le voci, sono elencati vasi insieme ad altre navi, e tre sedi di rotoli. Una voce parla apparentemente di paramenti sacerdotali.

6. La Lista del re sumero

La Lista sumero re
Tra i numerosi reperti incredibili che sono stati recuperati dai siti in Iraq, dove un tempo sorgevano fiorenti città sumere, pochi sono stati più intriganti della lista del re sumero , un antico manoscritto registrato originariamente in lingua sumera, elenca i re sumeri (antica Iraq meridionale ) e le vicine dinastie, la supposta durata dei loro regni, e le posizioni di regalità “ufficiale”. Ciò che rende questo manufatto così unico è il fatto che la lista si fonde apparentemente con  i mitici governanti pre-dinastici con governanti storici che sono noti per essere esistiti. Tra tutti gli esempi di lista di re sumero , il prisma Weld-Blundell nella collezione cuneiforme del Museo di Oxford rappresenta la versione più ampia e la copia più completa della lista dei re. Un prisma alto 8 pollici con quattro lati con due colonne su ciascun lato. Si ritiene che in origine aveva un fuso di legno che passava attraverso il suo centro in modo da poter essere ruotato e leggere su tutti i quattro lati. Elenca i governanti antidiluviani (“prima del diluvio”) dinastie sino al quattordicesimo sovrano della dinastia Isin (circa 1763-1753 aC). La lista è di immenso valore perché rispecchia molte antiche tradizioni e allo stesso tempo fornisce un importante quadro cronologico relativo ai diversi periodi di regalità in Sumeria, e persino dimostra notevoli paralleli ai racconti della Genesi.

7. Antichi bambù i libri medici del leggendario Bian Que

Antichi bambù libri di medicina del leggendario Bian Que
Nel 2013, gli archeologi hanno portato alla luce 920 strisce di bambù risalenti alle quattro Dinastia Han Occidentale (206 aC – 24 dC),le tombe si trovano nella città di Tianhui nella città sud-occidentale di Chengdu in Cina, contenente le ricette per il trattamento di disturbi che risalgono 2.000 anni. Le analisi dei testi hanno rivelato che alcuni di loro sono stati scritti dal leggendario Bian Que, primo medico noto della Cina. Il lavoro di traduzione ha anche rivelato il contenuto notevole di questi antichi manoscritti medici. Gli esperti dicono che i lavori si basano principalmente su studi per determinare la malattia prendendo il polso del paziente. Altre pratiche menzionate includono la medicina interna, chirurgia, ginecologia, dermatologia, oculistica e traumatologia. Inoltre, 184 tessere sono legati al trattamento medico dei cavalli, considerata dagli esperti come una delle più importanti opere veterinarie nella Cina antica.

8. Codice delle leggi di Hammurabi

Codice delle leggi di Hammurabi
Il codice delle leggi di Hammurabi è una delle più famose collezioni di leggi del mondo antico. Hammurabi (regnò dal1792-1750 aC) è stato il sesto sovrano della prima dinastia di Babilonia. Durante il suo lungo regno, ha curato la grande espansione del suo impero, e fece di  Babilonia una grande potenza in Mesopotamia. Al momento della morte di Hammurabi, Babilonia aveva il controllo di tutta la Mesopotamia,  i suoi successori non sono stati in grado di mantenere questo controllo. Nonostante la rapida disgregazione del suo impero, il suo codice di leggi è sopravvissuto alle ingiurie del tempo, anche se  solo nel 20 ° secolo sono stati riscoperti dagli archeologi. Queste leggi definiscono diverse tipologie di reati e le sanzioni da applicare, ed è tipicamente descritta come  ‘occhio per occhio’ nel sistema della giustizia.

9. I manoscritti di Takenouchi

Il Takenouchi Manoscritti
I manoscritti di Takenouchi sono una serie di documenti misteriosi che sono stati riscritti  da un uomo di nome Takenouchino Matori 1.500 anni fa in un misto di caratteri giapponesi e cinesi, trascritto da testi ancora più antichi. Secondo la leggenda, i documenti originali sono stati scritti in caratteri divini molti millenni fa da ‘degli dei. I testi insoliti raccontano una storia di umanità in un modo che non è mai stato detto prima, a partire dall’inizio della creazione fino alla nascita del cristianesimo. Si parla di un’epoca nel nostro antico passato dove l’uomo viveva in pace e in armonia, uniti sotto il governo del figlio di un Dio supremo. Cercando di svelare le origini e l’autenticità dei documenti di Takenouchi ora è  un compito impossibile,  i manoscritti originali sarebbero stati confiscati dalle autorità governative e poi persi. Come risultato, molte speculazioni sono circolate per quanto riguarda la precisione dei testi di Takenouchi.

10. Gli antichi testi di Timbuktu

Gli antichi testi di Timbuktu
Situata alle porte del deserto del Sahara in quello che oggi è il Mali, entro i confini della zona fertile del Sudan, Timbuktu è una delle città africane il cui nome ha il più pesante carico di storia. Fondata nel 5 ° secolo, divenne un capitale intellettuale e spirituale, raggiungendo il suo periodo d’oro nei secoli 15 ° e 16 °. Circa 700 anni fa, era un centro vivace dove i viaggiatori provenienti da Europa, Africa sub-sahariana, Egitto e il Marocco si  incontravano per il commercio del sale, oro, avorio e purtroppo, gli schiavi. Ma solo i “beni” venivano  scambiati. Timbuktu era un luogo in cui le idee, le filosofie, il pensiero intellettuale, e credenze religiose si sono riuniti in un mix dinamico, e uno dei modi principali in cui tali idee sono state scambiate era attraverso la vendita di libri. Gli antichi testi di Timbuktu sono uno spettacolo impressionante – bundle in pelle di cammello, pelle di capra, o pelle di vitello  inscritti in oro, rosso, e nero, le loro pagine sono piene di parole in stridente calligrafia dall’arabo e lingue africane, e contengono una serie interessante di disegni geometrici. I soggetti delle collezioni, che coprono dal 13 ° al 17 ° secolo, sono il Corano, sufismo, la filosofia, il diritto, la matematica, la medicina, l’astronomia, la scienza, la poesia e molto altro ancora. I manoscritti forniscono una finestra nella mente dei pensatori leader dei tempi ‘, come si riflettevano i significati delle loro idee.
Di Aprile Holloway

Elenco blog personale