venerdì 5 ottobre 2012

Vangelo Esseno della Pace . NON CERCATE LE REGOLE NELLE VOSTRE COSIDDETTE SACRE SCRITTURE, perché LA LEGGE È VITA PULSANTE, MENTRE LE SCRITTURE SONO MORTE. LA LEGGE LA TROVATE NELL’ERBA, TRA GLI ALBERI, NEL FIUME, TRA GLI UCCELLI CHE VOLANO NEL CIELO, TRA I PESCI CHE NUOTANO NEL MARE, MA SOPRATTUTTO IN VOI STESSI. E’ LÌ CHE STA DEPOSITATA LA VERITÀ. RITIRATEVI, DIGIUNATE E RIFLETTETE, USANDO L’ANGELO DELL’ARIA, DEL SOLE, DELL’ACQUA E DELLA TERRA. Onorate il Padre Creatore e la Madre Terra. Rispettate i loro comandamenti, se ambite a giorni lunghi e sereni.

Domenico D'Ambrosio


NON CERCATE LE REGOLE NELLE VOSTRE COSIDDETTE SACRE SCRITTURE, perché LA LEGGE È VITA PULSANTE, MENTRE LE SCRITTURE SONO MORTE. LA LEGGE LA TROVATE NELL’ERBA, TRA GLI ALBERI, NEL FIUME, TRA GLI UCCELLI CHE VOLANO NEL CIELO, TRA I PESCI CHE NUOTANO NEL MARE, MA SOPRATTUTTO IN VOI STESSI. E’ LÌ CHE STA DEPOSITATA LA VERITÀ. RITIRATEVI, DIGIUNATE E RIFLETTETE, USANDO L’ANGELO DELL’ARIA, DEL SOLE, DELL’ACQUA E DELLA TERRA. Onorate il Padre Creatore e la Madre Terra. Rispettate i loro comandamenti, se ambite a giorni lunghi e sereni.
Vangelo Esseno della Pace

La natura non ha creato il sole, né l'aria, né l'acqua come proprietà privata, ma come tesori pubblici.
Publio Ovidio Nasone (43 a.C.-18 d.C.)

Uomo, non ti esaltare al di sopra degli animali: essi sono senza peccato, mentre tu, con tutta la tua grandezza,contamini la terra.
Fëdor Michajlovič Dostoevskij

Il primo e il secondo giorno puntavamo lo sguardo verso i nostri paesi. Il terzo e il quarto giorno cercavamo i nostri continenti. Il quinto giorno acquistammo la consapevolezza che la Terra è un tutto unico.
Sultan Salman Al-Saud Astronauta (Payload Specialist) Arabia Saudita Shuttle Discovery, Mission STS-51G, 17-6-1985

Chi vuole guardare bene la terra deve tenersi alla distanza necessaria
Italo Calvino

Noi non siamo nati soltanto dalla nostra madre, ANCHE LA TERRA È NOSTRA MADRE, che penetra in noi ogni giorno con ogni boccone che mangiamo.
Paracelso


Le 7 regole di Paracelso:

I-La prima è quella di migliorare la salute. Questo richiede una respirazione, il più spesso possibile profonda e ritmica, riempendo bene i polmoni, all’aperto o davanti a una finestra aperta. Bere ogni giorno a piccoli sorsi, circa 2 litri di acqua, mangiare tanta frutta, masticare i cibi il più a lungo possibile, evitare alcool , tabacco e medicine, ameno che per qualche motivo grave, non siate sottoposti a qualche trattamento medico. Fare il bagno giornalmente dovrebbe essere un’abitudine che dovete alla vostra dignità.

2-Bandite assolutamente dalla vostra mente, per qualsiasi ragione, tutti i pensieri di pessimismo, rabbia, rancore, odio, noia, tristezza, vendetta e povertà. Fuggire come la peste ogni occasione di trattare con persone maldicenti, viziose, vili, mormoratori, pigre, pettegole, vanitose, o volgari e inferiori per naturali limiti di comprensione o per argomenti sensuali che costituiscono la base dei loro discorsi e occupazioni.

3-Fate tutto il bene che vi è possibile, aiutate ogni infelice ogni volta che potete, ma non nutrite mai attaccamento o debolezza per qualsiasi persona. Dovete tenere sotto controllo le vostre forze e fuggire da ogni forma di sentimentalismo.

4- Dobbiamo dimenticare ogni offesa, anzi sforzatevi di pensare bene del vostro più grande nemico.

5-Dovete raccogliervi ogni giorno, dove nessuno può disturbarvi, anche per mezzora, seduti il più comodamente possibile, con gli occhi socchiusi e non pensare a niente. In questo stato di meditazione e silenzio, arrivano spesso le idee più brillanti, che a volte, possono cambiare un intera esistenza.

6-E’ necessario mantenere il silenzio assoluto su tutti i vostri affari personali. Astenersi, come se si fosse fatto un giuramento solenne, dal riferire agli altri, anche al vostro più intimo, di tutto quello che pensate, ascoltate , conoscete, imparate, sospettate o scoprite; per lungo tempo almeno, si dovrebbe essere come una casa murata o un giardino recintato. E’ una regola della massima importanza.

7- Non temete gli uomini e non abbiate paura del domani. la ricchezza non è sinonimo di benedizione

Molti di coloro che ammassano ingenti ricchezze, è certo che non sono del tutto delle buone persone, nel senso della rettitudine, però possiedono molte di quelle virtù che sono menzionate sopra. D’altro canto, la ricchezza non è sinonimo di benedizione, potrebbe essere uno dei fattori che conduce alla felicità, per il potere che ci da per compiere grandi e nobili opere, però la benedizione più duratura può essere raggiunta solo attraverso percorsi diversi, dove non domina mai l’antico serpente della leggenda, Satana, il cui vero nome è Egoismo.

Conclusione

Non lamentatevi mai di niente, dominate i vostri sensi, fuggite sia dall’umiltà come dalla vanità. L’umiltà vi sottrae le forze e la vanità è tanto dannosa, che è come se dicessimo “peccato mortale contro lo Spirito Santo.” 

Paracelso

Elenco blog personale