mercoledì 14 agosto 2013

Che succede lassù? LA GENTE CHE RIFIUTAVA DI FARSI INFLUENZARE RIUSCIVA A VIVERE IN MODO QUASI NORMALE CREANDOSI ACCURATAMENTE UNA PSEUDO-CECITÀ E UNA PSEUDO-SORDITÀ CHE GLI PERMETTESSE DI IGNORARE IL MASSICCIO ATTACCO AI SUOI SENSI.




Gran parte delle persone intelligenti degli anni Novanta erano riuscite a SVILUPPARE UNA SORDITÀ RADIO CHE PERMETTEVA LORO DI NON SENTIRE LE VOCI UMANE CHE GRACCHIAVANO DA UN ALTOPARLANTE, mentre erano in grado di gustare i non frequenti intervalli di musica tra uno spot e l’altro. In un’epoca in cui la concorrenza pubblicitaria era così violenta che non esisteva muro o terreno, nei centri popolati, che non inalberasse cartelloni, LA GENTE CHE RIFIUTAVA DI FARSI INFLUENZARE RIUSCIVA A VIVERE IN MODO QUASI NORMALE CREANDOSI ACCURATAMENTE UNA PSEUDO-CECITÀ E UNA PSEUDO-SORDITÀ CHE GLI PERMETTESSE DI IGNORARE IL MASSICCIO ATTACCO AI SUOI SENSI.
Frederic Brown, “Che succede lassù?" (Pi in the sky) – 1945


(Most intelligent people of the nineties had developed a type of radio deafness which enabled them not to hear a human voice coming from a loudspeaker, although they could hear and enjoy the then infrequent intervals of music between announcements. In an age when advertising competition was so keen that there was scarcely a bare wall or an unbillboarded lot within miles of a population center, discriminating people could retain normal outlooks on life only by carefully-cultivated partial blindness and partial deafness which enabled them to ignore the bulk of that concerted assault upon their senses.)


Frederic Brown, “Che succede lassù?" (Pi in the sky) – 1945

Elenco blog personale