giovedì 18 luglio 2013

"Stai attento a come parli, Asclepio! Niente di ciò che esiste è vuoto, per il fatto stesso che esiste. Ciò che è, infatti, non potrebbe essere tale, se non fosse pieno del reale; il reale infatti non può mai essere vuoto. [...] La parola "bene" è usata da tutti, ma non tutti comprendono cosa essa sia. Per questo non tutti comprendono cosa sia Dio, e per ignoranza alcuni definiscono buoni gli dei e certi uomini, che non possono mai essere tali, nè divenirlo. Il bene infatti non può essere astratto da Dio, essendo da lui inseparabile, è Dio stesso. Tutti gli altri dei immortali sono onorati col nome di Dio, ma Dio è il bene, non per denominazione onirifica, bensì per natura; una sola infatti è la natura di Dio, ossia il bene, e uniti non formano che un solo genere, dal quale poi derivano tutti i generi. L'essere realmente buono è quello che dona tutto e che nulla riceve. Dunque Dio dona tutto e non riceve nulla. Dio è dunque il bene, e il bene è Dio".




"Stai attento a come parli, Asclepio! Niente di ciò che esiste è vuoto, per il fatto stesso che esiste. Ciò che è, infatti, non potrebbe essere tale, se non fosse pieno del reale; il reale infatti non può mai essere vuoto. [...]
La parola "bene" è usata da tutti, ma non tutti comprendono cosa essa sia
Per questo non tutti comprendono cosa sia Dio, e per ignoranza alcuni definiscono buoni gli dei e certi uomini, che non possono mai essere tali, nè divenirloIl bene infatti non può essere astratto da Dio, essendo da lui inseparabile, è Dio stesso. Tutti gli altri dei immortali sono onorati col nome di Dio, ma Dio è il bene, non per denominazione onirifica, bensì per natura; una sola infatti è la natura di Dio, ossia il bene, e uniti non formano che un solo genere, dal quale poi derivano tutti i generiL'essere realmente buono è quello che dona tutto e che nulla riceve. Dunque Dio dona tutto e non riceve nulla. Dio è dunque il bene, e il bene è Dio".
da Corpus Hermeticum, II


LA NATURA NON TOLLERA I VUOTI
Perso un amore ne arriverà un altro. Così è anche per il lavoro. E' una legge fisica:
i vuoti tendono a essere riempiti.
Da parte nostra non ci resta che agire con ottimismo e fiducia.
Il resto verrà da se.
Ruggero Dujani - medico saggista


L'ansia è sempre un vuoto che si genera tra il modo in cui le cose sono e il modo in cui pensiamo che dovrebbero essere; è qualcosa che si colloca tra il reale e l'irreale.
Charlotte Joko Beck, Niente di speciale

Elenco blog personale