domenica 7 luglio 2013

McLuhan. La sposa meccanica. Se ci mettiamo a parlare in una stanza buia, le parole assumono improvvisamente nuovi significati; così tutte le qualità che la pagina stampata ha sottratto al linguaggio ritornano nel buio della radio


Se ci mettiamo a parlare in una stanza buia, le parole assumono improvvisamente nuovi significati; così tutte le qualità che la pagina stampata ha sottratto al linguaggio ritornano nel buio della radio.

Marshall McLuhan, La sposa meccanica, 1951

Proprio ieri, rivedendo il film di Stefano Grossi su Radio Rock (al quale ho tangenzialmente partecipato) risentivo con forza il fascino radiofonico. La mia prima esperienza in radio, ai microfoni di RadioBlu, nei lontani anni 80. Un altro sentiero interrotto. Ma chissà, per vie traverse e internautiche, tutto e' possibile...


Elenco blog personale