venerdì 25 dicembre 2015

Solis Invicti. Il 25 dicembre del 275 d.C. veniva inaugurato il Tempio del Sole dall'imperatore Aureliano, dopo il voto fatto per la vittoria su Palmira del 272. Inaugurato durante il dies natalis Solis Invicti, che poi sarà sostituito dal Natale cristiano



Accadde oggi:
- il 25 dicembre del 275 d.C. veniva inaugurato il Tempio del Sole dall'imperatore Aureliano, dopo il voto fatto per la vittoria su Palmira del 272.
Inaugurato durante il dies natalis Solis Invicti, che poi sarà sostituito dal Natale cristiano, il tempio doveva trovarsi nella Regio VII Via Lata, e veniva indicato dalle fonti nel "campus Agrippae". 

Circondato da portici il tempio doveva essere decorato splendidamente da opere d'arte e tesori provenienti dal bottino preso a Palmira. Alla morte di Aureliano, il successore Tacito, eresse nel tempio una sua statua d'argento.
In occasione dell'inaugurazione del tempio Aureliano creò il collegio dei pontifices Dei Solis e istituì dei giochi annuali di trenta giorni con corse nel circo. Inoltre creò anche dei ludi quadriennali (agon Solis) da celebrare al termine dei Saturnalia.
I portici del tempio venivano usati anche come deposito dei "vina fiscalia", vino che poi veniva venduto ad un prezzo ridotto alla plebe, come stabilito dallo stesso Aureliano.
Il tempio, le cui rovine alla fine dell'Ottocento venivano identificate con quelle all'interno del giardino Colonna sul Quirinale, è stato invece giustamente individuato nella zona di piazza San Silvestro, vicino la chiesa di San Silvestro in Capite, e alcuni disegni di Palladio del Cinquecento, che riproducono le rovine in questa zona, sono testimonianza dell'aspetto che doveva avere l'antico edificio.

Gabriele Romano

(nella foto: particolare del rilievo su un'ara dedicata al dio Sole, I secolo d.C. Musei Capitolini, Roma.)

Elenco blog personale