mercoledì 7 maggio 2014

Puškin. Io pensavo che il cuore avesse dimenticato il facile talento del soffrire e mi dicevo che ciò che è stato no, non accadrà più. Passò l’estasi, passò il dolore, passarono i sogni belli da accarezzare; ma ecco ancora mi sorprendono i brividi davanti alla forza scardinante della bellezza.


Io pensavo che il cuore avesse dimenticato
il facile talento del soffrire
e mi dicevo che ciò che è stato
no, non accadrà più.
Passò l’estasi, passò il dolore,
passarono i sogni belli da accarezzare;
ma ecco ancora mi sorprendono i brividi
davanti alla forza scardinante della bellezza.
Aleksandr Sergeevič Puškin


Elenco blog personale