venerdì 18 maggio 2012

Keith Oatley. leggere storie può affinare la capacità di interagire con gli altri, aiutando il lettore a capire di più gli esseri umani

EmpaticaMente



Recenti ricerche mostrano che, lungi dall'essere una fuga dalla vita sociale, leggere storie può affinare la capacità di interagire con gli altri, aiutando il lettore a capire di più gli esseri umani. Il processo per cui si entra nel mondo immaginario della finzione narrativa aumenta l'empatia e sviluppa la capacità di assumere il punto di vista degli altri. Può persino modificare la personalità di chi legge. Quindi l'atto apparentemente solitario di starsene per conto proprio a leggere un libro è in realtà un esercizio di interazione umana; che può affinare il cervello sociale; così quando mette giù il libro il lettore sarà forse meglio preparato per vivere rapporti di cameratismo, di collaborazione e persino d'amore.
Keith Oatley

Elenco blog personale