martedì 10 settembre 2013

Nella capacità di connettere, mettere in relazione, legare consiste quella che ho definito la potenza femminile: una potenza erotica la quale non è altro che l'effetto simbolico della potenza generativa


Nella capacità di connettere, mettere in relazione, legare consiste quella che ho definito la potenza femminile: una potenza erotica la quale non è altro che l'effetto simbolico della potenza generativa.

Elena Pulcini, Il potere di unire. Femminile, desiderio, cura,Bollati Boringhieri p.70


Ogni donna sa di avere dentro di sé questo potete, basta riportarlo alla luce 


l'energia femminile coniuga nel due l'uno e genera il tre da qui un bel quaternario



L'archetipo delle mani è una delle prime forme d'arte. Credo venisse accompagnato da riti e cerimonie. Iniziazioni ad esempio. Si vede chiaramente che sono ottenute in "negativo" spalmando (forse sputando) il colore sulla mano, che poi veniva tolta lasciando l'impronta. Quindi le mani diventavano bianche, ocra, marroni, nere, secondo il colore che era stato preparato. Con un po' d'immaginazione si possono ancora sentire i suoni delle percussioni (tronchi cavi e tamburi) e vedere le danze intorno al fuoco, udire i canti e le urla che accompagnavano i riti propiziatori o iniziatici. [...]


L'evoluzione del cervello dal pitecantropo all'homo abilis e via via fino al sapiens sapiens è correlata all'uso sempre più preciso e fine della mano. Anche in senso magico di evocazione appropriazione delle forze naturali per scopi pratici



Si. Il tatto, la costruzione degli utensili, strumenti anche di difesa. Pare che la storia dell'uomo sia stata da sempre impegnata a costruire strumenti di "estensione" delle proprie capacità
Senza l'uso delle mani (come estensione dell'intelletto) non sarebbe mai stato possibile. 
Ma i riti stimolavano l'evoluzione dell'anima. Lo sciamano era al tempo stesso artista, medico, indovino, e strumento di mediazione tra il visibile e l'invisibile.


Anche le estremità, i piedi raccontano molto della storia dell'uomo: lo ancorano alle energie della terra e gli permettono di far scorrere la stessa nei diversi centri energetici del corpo. 
La riflessologia ci dice che i diversi punti del piede rispecchiano le parti del corpo. Mentre le mani tracciano un cerchio intorno al corpo e diventano l'estensione del baricentro, i piedi ne permettono la verticalizzazione ..



Verissimo Elisabetta. Che le mani fossero l'estensione del baricentro tracciando un cerchio intorno al corpo non ci avevo mai pensato. Grazie. Mentre per quel che riguarda i piedi ho insegnato a mio figlio a massaggiarli, massaggiandoglieli io. Ora che e' cresciuto, oltre a farli, posso finalmente....riceverli.


Elenco blog personale