venerdì 30 gennaio 2015

Bambola. "pupa", una bambola d'avorio con il suo corredo. La bambola è alta circa 20 centimetri ed ha le articolazioni snodate alla spalla, all'anca e persino al gomito ed al ginocchio, snodi che nemmeno oggi possiede la più famosa delle bambole. Le mani hanno le unghie, i piedi sono perfettamente delineati ed il volto, decisamente bello, è sovrastato da capelli disposti in un'acconciatura di sei trecce raccolte sul capo a corona, la pettinatura tradizionale delle spose romane. Nella vetrina sono esposti la scatola che doveva contenere gli abiti della bambola ed un piccolo pettine. Vi sono inoltre anelli ed altri gioielli di Crepereia, non particolarmente preziosi, ma di discreta fattura.

LA BAMBOLA DI CREPEREIA
Alle pendici del colle Celio, nel luogo ove furono le scale del tempio dell'imperatore Claudio, divinizzato da Nerone, sorge un palazzotto realizzato dall'architetto Nicola Salvi -l'autore della Fontana di Trevi- sede di un museo denominato Antiquarium Comunale . Nel giardino sono esposti elementi architettonici di tutti gli stili adottati dai Romani, varie fogge di mosaico pavimentale, diverse stele funerarie ed altri elementi ornamentali, un campionario completo dei marmi pregiati provenienti da ogni parte dell'Impero romano. All'interno si conservano importanti affreschi antichi, staccati dai muri delle case scavate dagli archeologi nell'Ottocento e nel Novecento. Vi sono poi reperti relativi agli impianti idraulici: tubi di piombo, pompe e quant'altro attinente agli acquedotti ed alla distribuzione dell'acqua pubblica. Ma l'oggetto più prezioso dell'Antiquarium è il corredo funerario della giovane romana Crepereia Tryphaen, il cui sarcofago fu ritrovato nel 1889 durante gli scavi per la costruzione del palazzo di Giustizia sul Lungotevere.

Questa ragazza vissuta nel II secolo dopo Cristo, morì intorno ai vent'anni, forse di parto, dopo un breve matrimonio. Quando novella sposa si trasferì nella sua nuova casa, recò con se un giocattolo al quale -evidentemente- era molto legata: una "pupa", una bambola d'avorio con il suo corredo. La bambola è alta circa 20 centimetri ed ha le articolazioni snodate alla spalla, all'anca e persino al gomito ed al ginocchio, snodi che nemmeno oggi possiede la più famosa delle bambole. Le mani hanno le unghie, i piedi sono perfettamente delineati ed il volto, decisamente bello, è sovrastato da capelli disposti in un'acconciatura di sei trecce raccolte sul capo a corona, la pettinatura tradizionale delle spose romane. Nella vetrina sono esposti la scatola che doveva contenere gli abiti della bambola ed un piccolo pettine. Vi sono inoltre anelli ed altri gioielli di Crepereia, non particolarmente preziosi, ma di discreta fattura.

E' commovente osservare quest'oggetto così raffinato che è giunto sino a noi dopo quasi duemila anni, una testimonianza dell'amore di chi lo donò e dell'attaccamento di una fanciulla ad un giocattolo a lei talmente caro da chiedere di portarlo nell'ultimo viaggio ed averlo con se per sempre.


THE DOLL Crepereia
On the slopes of the Caelian Hill , the place where they were the stairs of the temple of the Emperor Claudius , deified by Nero , is a palace built by the architect Nicola Salvi - l'autore of the Trevi Fountain - home to a museum called the Antiquarium Comunale. In the garden are exposed architectural elements of all the styles adopted by the Romans , various styles of mosaic floor , several tombstones and other ornamental elements , a complete sample of the finest marble from all over the Roman Empire. Inside there are important ancient frescoes , removed from the walls of the houses excavated by archaeologists in the nineteenth and twentieth centuries. There are also exhibits relating to plumbing : lead pipes , pumps and anything else related to the aqueducts and the distribution of public water. But the most precious object Antiquarium is the funeral of the young Roman Crepereia Tryphaen , whose sarcophagus was found in 1889 during excavations for the construction of the courthouse along the river.

This girl lived in the second century after Christ , he died in his early twenties , perhaps in childbirth, after a brief marriage. When new bride moved into his new house, went with him a toy to which - obviously - was closely linked : a " pupa " , an ivory doll with her trousseau . The doll is about 20 centimeters high and has articulated joints at the shoulder, hip and even the elbow and knee joints which even today has the most popular dolls . The hands have fingernails , feet and face are well delineated , definitely beautiful, is dominated by hair arranged in braids hairstyle of six collections on the head crown , combing traditional Roman brides . In the window are displayed the box that was to contain the clothes of the doll and a small comb. There are also rings and other jewelry Crepereia , not particularly valuable, but a discreet invoice.

And ' moving to observe this object so refined that has come down to us after almost two thousand years, a testimony of the love of those who donated and attachment of a girl with a toy in her so dear to ask to take the last travel and have it with you forever. 
LA MUÑECA Crepereia
En las laderas del monte Celio , el lugar donde estaban las escaleras del templo del emperador Claudio , deificado por Nerón , es un palacio construido por el arquitecto Nicola Salvi - l'autore de la Fontana de Trevi , el hogar de un museo llamado el Antiquarium Comunale . En el jardín se exponen elementos arquitectónicos de todos los estilos adoptados por los romanos, varios estilos de suelo de mosaico , varias lápidas y otros elementos ornamentales, una muestra completa de mármol más fino de todo el Imperio Romano. En el interior hay importantes antiguos frescos , alejados de las paredes de las casas excavadas por los arqueólogos en los siglos XIX y XX. También hay objetos relacionados con la fontanería : tuberías de plomo , bombas y cualquier otra cosa relacionada con los acueductos y la distribución del agua pública. Pero el más preciado Antiquarium objeto es el funeral del joven romano Crepereia Tryphaen , cuyo sarcófago fue encontrado en 1889 durante las excavaciones para la construcción del Palacio de Justicia a lo largo del río.

Esta chica vivió en el siglo II después de Cristo , que murió en sus primeros años veinte , tal vez en el parto, después de un breve matrimonio . Cuando recién casada se mudó a su nueva casa, se fue con él un juguete al que - obviamente - estrechamente vinculada : una " pupa " , una muñeca de marfil con su ajuar . La muñeca es de unos 20 centímetros de alto y ha articulado las articulaciones en el hombro, la cadera y hasta las articulaciones del codo y de la rodilla que aún hoy tiene las muñecas más populares. Las manos tienen uñas , pies y cara están bien delineados, sin duda hermosa , está dominada por el pelo arreglado en trenzas peinado de seis colecciones en la corona cabeza , peinando novias romanas tradicionales. En la ventana se muestran la caja que debía contener la ropa de la muñeca y un pequeño peine. También hay anillos y otras Crepereia joyería , no particularmente valioso , pero una factura discreta .

Y ' en movimiento para observar este objeto tan refinado que ha llegado hasta nosotros después de casi dos mil años, un testimonio del amor de los que donaron y el apego de una niña con un juguete en su tan querido preguntar a tomar la última viajar y tener con usted siempre.




Elenco blog personale