mercoledì 25 luglio 2018

Fugger. nel 1519 finanziò con 500.000 fiorini l'elezione a imperatore tedesco del re spagnolo Carlo V, raggiunse l'apice del potere e del prestigio.

Fugger.
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I Fugger furono la più importante famiglia tedesca di imprenditori tra il Tardo Medioevo e l'inizio dell'Età Moderna. Grazie alla produzione tessile e al commercio, agli affari finanziari e all'impresa mineraria e siderurgica, i Fugger accumularono un patrimonio leggendario in gran parte d'Europa. 

Il membro della famiglia più conosciuto fu Jakob Fugger, detto “Il Ricco”
Nel 1500 egli divenne banchiere dei papi e tra il 1505 e il 1506 finanziò l'istituzione della Guardia Svizzera Pontificia. Fece costruire in Germania la prima opera architettonica secondo lo stile rinascimentale italiano, la Cappella Fugger di Augusta. 

Nel 1519 finanziò in modo determinante l'elezione di Carlo V a Imperatore del Sacro Romano Impero. Nel 1521 fondò la Fuggerei di Augusta, il complesso di case popolari più antico del mondo, dove tuttora vivono 150 persone in cambio di un affitto annuo di 88 centesimi di euro e di tre preghiere al giorno per il fondatore e per la sua famiglia.


Storia familiare
[...] Jacob il Vecchio (1398 – 1469) fondò il secondo ramo della famiglia, i "Fugger del giglio": 
sul loro stemma era infatti rappresentato un fiore di giglio su sfondo blu e oro. 
Questa linea dinastica diede vita all'azienda di maggior successo dell'inizio dell'Età Moderna. 
La "banca" dei Fugger fece credito non solo a papi, re e imperatori, ma anche ai Medici di Firenze.

[...] Jakob Fugger nacque ad Augusta nel 1459. 
Dopo la sua formazione a Venezia (1473- 1478 circa) divenne l'imprenditore di maggior successo in tutta Europa. Jakob riuscì subito a dimostrare le sue capacità quando nel 1487, in cambio di un ingente prestito all'arciduca Sigismondo d'Asburgo, riuscì ad ottenere la concessione delle miniere d'argento del Tirolo
La sua impresa cominciò da questo momento ad orientarsi verso i settori che promettevano maggiori guadagni: l'estrazione e la vendita di metalli in Europa centrale, il commercio delle spezie e i prestiti ai sovrani europei

Nel 1498 ottennero il monopolio del rame
Il suo impero commerciale, bancario e minerario-siderurgico si estese dall'Ungheria alla Spagna, da Anversa nei Paesi Bassi fino a Roma. Tra il 1505 e il 1506, insieme ad altri commercianti tedeschi e italiani, partecipò finanziariamente a uno dei primi viaggi commerciali verso le Indie. 

Dal 1509 al 1517 fece costruire la Cappella Fugger, progettata da Albrecht Dürer, nella Chiesa di Sant'Anna ad Augusta, secondo lo stile rinascimentale italiano. Anche la prima opera tedesca non religiosa, il Cortile delle Dame nelle case Fugger di Augusta, venne commissionata da Jacob Fugger nel 1515. Quando nel 1519 finanziò con 500.000 fiorini l'elezione a imperatore tedesco del re spagnolo Carlo V, raggiunse l'apice del potere e del prestigio. Per il suo credito, egli ottenne dal re spagnolo e imperatore del Sacro Romano Impero Germanico il diritto di sfruttare le miniere di cinabro e mercurio in Almadén, Castiglia.

Nel 1498, all'età di 39 anni, Jacob Fugger sposò la diciottenne Sibylla Artzt, ma i due non ebbero figli. Jacob venne elevato al rango di nobile dall'imperatore Massimiliano I nel maggio 1511

Nel 1514 ottenne (giuridicamente) il titolo di conte, grazie al quale poteva amministrare i domini ottenuti dagli Asburgo. A partire dal 1508 i Fugger presero la gestione della zecca romana e coniarono le monete dei papi fino al 1524, anno in cui Papa Clemente VII (Giulio de' Medici) pose fine al monopolio dei Fugger sul conio delle monete. 

In seguito al Sacco di Roma del 1527 i Fugger non fecero più affari con la curia, anche perché in quell'occasione avevano fatto da ricettatori del bottino di guerra, accettando dagli occupanti ogni tipo di preziosi proveniente dai saccheggi, e accreditandone il valore ai portatori, in Germania

Il che - aggiunto alla crisi economica che inghiottì la città dopo il sacco - rese opportuna la chiusura della filiale dei Fugger a Roma.

A Jacob il Ricco, scomparso il 30 dicembre 1525, successe suo nipote Anton Fugger, figlio del fratello maggiore Georg. Anton nacque nel 1493 e si trattenne a lungo a Roma. [...] Quando nel 1560 morì, il fiorentino Guicciardini lo definì il principe dei commercianti. Egli fu il principale creditore della famiglia Medici di Firenze. Il riformatore Filippo Melantone, uno dei collaboratori di Martin Lutero definì i Fugger "i Medici tedeschi".

Nelle generazioni successive i Fugger si trasformarono da una famiglia di commercianti a una dinastia nobiliare molto ramificata, imparentata con numerosissime casate della vecchia nobiltà tedesca, austriaca e italiana. 
[...]


https://it.wikipedia.org/wiki/Fugger

Elenco blog personale