giovedì 3 novembre 2016

Hermann Hesse. La natura ha migliaia di colori, e noi ci siamo messi in testa di ridurne la scala solo ad una ventina

Nel giardinaggio c'è qualcosa di simile alla presunzione e al piacere della creazione:
si può plasmare un pezzetto di terra come si vuole, per l'estate ci si può procurare i frutti, i colori e i profumi che si preferiscono. Si può trasformare una piccola aiola, un paio di metri quadrati di nuda terra, in un mare di colori, in una delizia per gli occhi, in un angolo di paradiso.

Hermann Hesse


Perciò mi sembra che si debba coltivare l'arte del regalare anche alle cose belle che ci sono vicine e abituali, l'amore e la venerazione che riserviamo a quelle lontane e remote.
Hermann Hesse


La natura ha migliaia di colori, e noi ci siamo messi in testa di ridurne la scala solo ad una ventina
Hermann Hesse


Occorrono anche gioco e innocenza
E fiori in abbondanza,
Altrimenti il mondo sarebbe angusto
E la vita priva di piacere.
Hermann Hesse



Così cadono le fronde intorno all'albero in autunno: esso non ne sa nulla, la pioggia lo bagna o lo colpisce il sole o il gelo, la vita gli si ritrae lentamente in uno spazio minimo e intimo. Esso non muore. Aspetta

Hermann Hesse


La farfalla non vive per cibarsi ed invecchiare, vive solamente per amare, e per questo è avvolta in un abito mirabile… Tale significato della farfalla è stato avvertito in tutti i tempi e da tutti i popoli…
È un emblema sia dell’effimero, sia di ciò che dura in eterno…
È un simbolo dell’anima.
Hermann Hesse


“Quanto più invecchiavo, quanto più insipide mi parevano le piccole soddisfazioni che la vita mi dava, tanto più chiaramente comprendevo dove andasse cercata la fonte delle gioie della vita. Imparai che essere amati non è niente, mentre amare è tutto, e sempre più mi parve di capire ciò che da valore e piacere alla nostra esistenza non è altro che la nostra capacità di sentire. Ovunque scorgessi sulla terra qualcosa che si potesse chiamare “felicità”, consisteva di sensazioni. Il denaro non era niente, il potere non era niente. Si vedevano molti che avevano sia l’uno che l’altro ed erano infelici. La bellezza non era niente: si vedevano uomini belli e donne belle che erano infelici nonostante la loro bellezza. Anche la salute non aveva un gran peso; ognuno aveva la salute che si sentiva, c’erano malati pieni di voglia di vivere che fiorivano fino a poco prima della fine e c’erano sani che avvizzivano angosciati per la paura della sofferenza. Ma la felicità era ovunque una persona avesse forti sentimenti e vivesse per loro, non li scacciasse, non facesse loro violenza, ma li coltivasse e ne traesse godimento. La bellezza non appagava chi la possedeva, ma chi sapeva amarla e adorarla.C’erano moltissimi sentimenti, all’apparenza, ma in fondo erano una cosa sola. Si può dare al sentimento il nome di volontà, o qualsiasi altro. Io lo chiamo amore. La felicità è amore, nient’altro. Felice è chi sa amare. Amore è ogni moto della nostra anima in cui essa senta se stessa e percepisca la propria vita. Ma amare e desiderare non è la stessa cosa. L’amore è desiderio fattosi saggio; l’amore non vuole avere; vuole soltanto amare."
Hermann Hesse - “Sull’amore”



L'amore non bisogna implorarlo e nemmeno esigerlo.
L'amore deve avere la forza di attingere la certezza in se stesso.
Allora non sarà trascinato, ma trascinerà.
Hermann Hesse

L'amore significa rinunciare alla forza
Hermann Hesse


Aveva amato, ed attraverso l'amore aveva trovato se stesso.
La maggior parte degli uomini ama invece per perdersi.
Hermann Hesse

Senza amore di sè neppure l'amore per gli altri è possibile
Hermann Hesse


Bontà e ragione non sono nella natura, ma esistono in noi, in noi esseri umani con i quali il caso si diverte; ma possiamo essere più forti del caso e della natura, anche se solo per pochi istanti. Possiamo anche essere vicini l'uno all'altro, quando ce n'è bisogno, e guardarci negli occhi con comprensione; possiamo amarci e vivere confortandoci a vicenda
Hermann Hesse


"La felicità?" disse il bell'uccello e rise con il suo becco dorato,
"la felicità, amico, è ovunque, sui monti e nelle valli, nei fiori e nei cristalli".
Herman Hesse,  Favola d'amore.


Io sono il cervo, il capriolo sei tu tu sei l'uccello e l'albero son io, il sole tu ed io la neve, tu il giorno sei, il sogno io. Di notte dalla mia bocca dormiente vola un uccello d'oro fino a te, chiara la voce,l'ali variopinte, ti canta questo canto che dice dell'amore, questo canto che dice di me. 
Hermann Hesse




Il sole ci parla con la luce,
il fiore col profumo e col colore,
con nubi, neve e pioggia parla
l'aria. Vive nel segreto
del mondo un impulso inestinguibile,
a violare il mutismo delle cose,
a esprimere il segreto dell'essere
in parole, gesti, suoni e colori.
Qui sgorga la fonte delle arti,
il mondo cerca la parola, la rivelazione,
lo spirito, e chiara annuncia
da labbra umane eterna esperienza.
Ogni vita desidera un linguaggio,
con parole e numeri colori linee suoni
scongiura la nostra ottusa morte
e costruisce del senso un trono sempre più alto.

Nel rosso azzurro di un fiore
nelle parole di un poeta si rivolge
all'interno l'edificio della creazione,
che sempre inizia e mai finisce.
E dove parola e colore si uniscono,
dove risuona il canto, dove l'arte si schiude
prende forma ogni volta di nuovo
il senso del mondo,
dell'essere intero,
e ogni canto e ogni libro,
e ogni quadro è uno svelare,
un nuovo ennesimo tentativo
di compiere l'unità della vita.
A entrare in questa unità
ci seduce la poesia, la musica,
per capire la molteplicità della creazione
basta solo un'occhiata allo specchio.
Ciò che ci viene incontro confuso
diventa chiaro e semplice in poesia:
il fiore ride, la nube piove,
il muto parla, il mondo ha senso.
Hermann Hesse. Linguaggi





Lasciali fiorire
Colmo di fiori è il pesco,
Non tutti diventeranno frutto,
Splendono limpidi come schiuma di rose
Per l'azzurra fuga delle nubi.
Come fiori sbocciano i pensieri,
Cento al giorno -
Lasciali fiorire! Lascia alle cose il loro corso!
Non domandare del raccolto!
Occorrono anche gioco e innocenza
E fiori in abbondanza,
Altrimenti il mondo sarebbe angusto
E la vita priva di piacere.
Hermann Hesse

Elenco blog personale